Benvenuti nella Tower House di Jimmy Page

Pinterest

Jimmy Page è sempre stato un ragazzo pieno di ambizioni, un instancabile lavoratore, che agli esordi non ha mai sperperato un pound dei soldi guadagnati come sessionman.

A 15 anni, con i primi soldi guadagnati a vendere giornali si comprò la sua prima chitarra, una Hoffman Senator con pickup elettrico, che venne ben presto rimpiazzata da una Grazioso, copia ben fatta di una ancora troppo costosa Fender Stratocaster.

Jimmy Page in uno scatto presso la sua casa galleggiante

Jimmy Page in uno scatto presso la sua casa galleggiante

Nel 1967, grazie alla collaborazione in studio e dal vivo con gli amici Yarbirds, potè finalmente comprarsi la sua prima casa galleggiante. Gli costà 6000 sterline ma voleva decisamente quella. Una piccola casetta-studio sul fiume Tamigi, nella tranquilla Pangbourne, a nemmeno un’ora d’auto da Londra. E’ qui dentro che lui e Robert Plant si rinchiusero per giorni ad ascoltare dischi e a fantasticare sul loro nuovo progetto musicale. Prima di allora aveva vissuto in altre tre case: quella di Heston (dove era nato il 9 gennaio 1944), quella nei pressi dell’Heatrow Airport e infine,  nella comoda casetta di Epsom (Surrey), località bucolica dove passò tutta la sua adolescenza. Dal 1972 invece abita nel cuore di Londra, a Kensingston (Melbury Road) , nella bellissima e un pò inquietante Tower House, che acquistò dall’attore Richard Harris per 350mila sterline. Soffiandola ad un altro noto acquirente, Sir. David Bowie

L'attuale casa di Page

L’attuale casa di Page, la Tower House

Ovviamente se siete fan del Led Zeppelin saprete che 2 anni prima, nel 1970, aveva acquistato una casa infestata da fantasmi, la Boleskine House, sul Lago di Loch Ness (Scozia). Un tempo magione del mago Aleister Crowley, figura che da anni ossessionava Page, è un luogo maledetto, che Page arrivò a vendere solo nel 1980, dopo l’avvicendarsi di strani e sanguinosi avvenimenti, che il chitarrista attribuì alle forze oscure che l’abitavano.

A mio parere, seppur meravigliosa, anche l’attuale casa londinese di Page ha qualcosa di spettrale.

Tower House, interno

Tower House, interno foto by wakeupnews

Costruita dal famosissimo architetto William Burges fu concepita nello stile delle abitazioni francesi del XII secolo. La sua torretta con base cilindrica ricorda quella del Castello di Cardiff (Castell Coch), che Burges fu incaricato di ristrutturare nel 1872.

Il castello di Cardiff, foto by markwarnes-photography.com

Il castello di Cardiff, foto by markwarnes-photography.com

Le pietre usate per la facciata sono invece importate dalla vicina Bath e al sole brillano di un rosso indescrivibile.

L’interno è un vero e proprio omaggio all’architettura medioevale: un trionfo di  affresci, materiali preziosi e decorazioni. Ogni stanza è affrescata secondo un tema: zodiaco, amore, il mare…

df367be98ed936ccbe529f06b2cc4f41

Tower House

Tower House interno

Tower House interno, foto credit Pinterest

Nella biografia dei Led Zeppelin (Il Martello degli Dei, di Stephen Davis) ho letto che nella camera da letto di Page c’erano farfalle di vetro colorato sulle finestre: “L’intero zodiaco era dipinto sul soffitto della stanza dell’astrologia -cito dal libro- mentre nella sala da pranzo un confessionale cattolico nascondeva un montavivande. Giù in cantina Ken Anger cercava di finire Lucifer Rising, lavorando per la costosa moviola tedesca acquistata per il film dei Led Zeppelin”

Per Page questa non è solo una casa: è un tempio, un rifugio, un’opera d’arte e ha sempre avuto il terrore che qualcuno potesse danneggiarla. Compreso lo sceneggiatore Anger, che aveva imprigionato in cantina, lascindo il resto della casa sigillato e controllato da un sistema di allarme attivo. Ecco perchè non mi sono stupita della lite tra Page e il suo vicino di casa Robbie Williams (ex Take That), a cui è stato impedito di fare scavi per ampliare la sua villa nel 2014.

Credit foto wakeupews

Credit foto wakeupews

Quadri preraffaelliti, tappezzeria milionaria, porcellane e numerose chitarre :) ecco parte di ciò che viene custodito da Page nella sua villa londinese. E’ sempre qui che visse con la moglie Charlotte Martin ed è ancora qui che passò giorni bollenti nel 1974 con la bella moglie di Ron Wood, Krissy, fatto che non scatenò alcun litigio tra i due musicisti… anzi, pochi mesi dopo nel salotto della Tower House Page, Wood e Keith Richards composero insieme una canzone chimata “Scarlet”

credit foto www.darkside.ru

credit foto www.darkside.ru

In questa roccaforte in cui, sono certa, si è fatto uso di droghe e di magia sessuale, un giorno cercò di irrompere una pazza, guidata – si giustificò lei- dallo spirito di Jimi Hendrix. Fatto che scosse Page moltissimo. Se desiderate scattarvi una foto davanti a casa vi lascio l’indirizzo! Si trova tra due musei: il Leighton House Museum e il Design Museum.

Andateci dopo un pranzo da Sticky Fingers, si trova a 5 minuti a piedi dalla Tower House.

————————–

Tower House

29 Melbury Rd, Kensington, Londra

Zona residenziale

Metro: Hight Street – Kensingston Station

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adora cucinare ascoltando John Coltrane, colleziona cappelli e ha un debole per la decade ’60-’70, a cui si ispira nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, si dedica alla musica e alla scrittura da diversi anni. La sua valigia? Grande e 'tappezzata' da adesivi rock

Share This Post On
468 ad
Email
Print