HOLLYWOOD SIGN UN SIMBOLO PER IL CINEMA E LA MUSICA

Quando si pensa a Los Angeles, città della California nota per essere la capitale del cinema, è facile associare in modo quasi automatico ad essa la parola Hollywood. Non è forse così? Hollywood infatti non è solo un quartiere residenziale ubicato nella zona nord-ovest del centro città, Hollywood è sogno, Hollywood è la casa delle stelle del cinema noir, Hollywood è il lusso, Hollywood è la gigantesca scritta che appare sulle Mount Lee di LA.

ED E’ PROPRIO DELLA HOLLYWOOD SIGN E DEL SUO CONNUBIO CON LA MUSICA CHE VOGLIO PARLARVI OGGI

 

TANTI MUSICISTI SI SONO FATTI FOTOGRAFARE SOTTO ALLA SCRITTA HOLLYWOOD

 

 Fleetwood Mac with the Hollywood Sign, 1974

Fleetwood Mac sotto l’Hollywood Sign, 1974. Fotografia di Michael Ochs

 

La scritta che campeggia dall’alto delle colline di Los Angeles è un pò come una bussola quando si viaggia in città ed è visibile da molti quartieri. Esistono diversi punti strategici per fotografarla e anche molte famose rock band, nel corso degli anni, si sono fatte ritrarre con la scritta Hollywood sulla testa. Qualche esempio? I Fleetwood Mac, gruppo musicale rock anglo-statunitense (omaggiato anche su Hollywood Blvd), nel 1974 posò sotto alla scritta per uno scatto di Michael Ochs in occasione dell’uscita del loro album “Heroes Are Hard to Fond”. Nello scatto ci sono John McVie, Mick Fleetwood, Bob Welch e Christine McVie e questo sarà l’ultimo lavoro con Welch nella formazione. Nel 1975 infatti la band pubblicherà l’omonnimo “Fleetwood Mac” (successo mondiale) annunciando il cambio di formazione e l’entrata di Stevie Nicks e del cantante/chitarrista Lindsey Buckingham nella compagine. Anche i Blondie di Debbie Harry nel 1977 furono immortalati dalla stessa prosepttiva -sotto alla Hollywood Sign- dal fotografo Richard Creamer.

 

Blondie

Blondie, 1977 foto di Richard Creamer

 

Erano in città per il loro Tour organizzato da Iggy Pop e David Bowie, che venne promosso al fine di far conoscere la formazione al pubblico canadese e della West Coast (ricordo che i Blondie erano nativi di New York). Ovviamente i Blondie suonarono anche al leggendario Whiskey a Go Go e sul web trovate altri scatti del tour. Se invece desiderate riprodurre una foto simile alla loro vi consiglio di andare al Griffith Observatory, un luogo che io stessa amo molto e che è stato reso celebre dal film Gioventù Bruciata con James Dean. Passeggiando sulla collina si trovano diversi punti panoramici interessanti e un altro luogo che ci permette di vedere la scritta Hollywood da vicino è il Lake Hollywood Park, punto di vista privilegiato per immortalare la sign.

NEL 1979 LA SCRITTA VENNE RINNOVATA ANCHE GRAZIE AL SOSTEGNO DEL MUSICISTA ALICE COOPER

Alice Cooper

Alice Cooper ai tempi della raccolta fondi, 14 giugno 1978 credit foto www.worthpoint.com

 

La scritta è una sorta di patrimonio per la città e nel 1978 anche il musicista Alice Cooper si mobilitò per salvaguardarla. Allora appariva infatti in condizioni di degrado a causa della vulnerabilità del materiale con cui era stata fatta costruire 50 anni prima. Ovvero? Legno e lamina di metallo. Venne fatta costruire sul promontorio delle Mount Lee a inizio anni Venti, per promuovere il mercato immobiliare sulle colline. Inizialmente la scritta era “Hollywood Land” (alta 15 metri e larga 9) e la notte era illuminata da lampadine ma poi, con l’ascesa del mercato cinematografico e il popolamento della zona da parte delle prime starlette del cinema, il quartiere prese il nome di Hollywood e la scritta venne modificata eliminandone il suffisso “Land”. Con il passare del tempo diventò un simbolo per la città e un’attrazione per il turismo, ma negli anni Settanta ha avuto bisogno di essere sostituita, perchè col passare del tempo si deteriorò, tanto da apparire in pessime condizioni. Il musicista Alice Cooper, insieme a Hugh Hefner (editore di Paly Boy), decise quindi di promuovere nel 1978 (ai tempi del suo “From The Inside”) una campagna di raccolta fondi per procedere alla realizzazione di una nuova struttura più resistente alle sollecitazioni ambientali. La campagna “Save The Sign” trovò diversi sostenitori, sia nel mondo del cinema che in quello della musica: ad Alice si unirono anche l’attore Gene Autry, il cantante Andy Williams e la Warner Brothers Records. La scritta che vedete oggi è il risultato di quella campagna e si dice che ogni lettera visibile sulle hills è stata finanziata da una donazione di ben 27.777$ per ogni iniziale, offerte donate da vari benefattori e cineasti.

VUOI ALLOGGIARE NELLA CASA DOVE GRAHAM NASH CONOBBE DAVID CROSBY?

chalet

Proprio sotto alla scritta Hollywood è ubicato un alloggio davvero rock in cui poter dormire grazie ad Airbnb: The Hollywood Sign Chalet! Negli anni Sessanta la casa era di proprietà della band The Association (loro la celebre “Windy” ) ed è una villetta dallo spirito davvero rock’n’roll! Qui, come in tante abitazioni delle star del cinema e della musica, negli anni Sessanta, la sera, si tenevano feste casalinghe dove diverse rockstar hanno avuto l’occasione di conoscere futuri partner musicali e fidanzati. E’ il caso di David Crosby che venne presentato da Mama Cass a Graham Nash in questo luogo incantevole. Si tratta di un cottage rustico  costruito nel 1963 e gestito oggi da Trip Vacation Hollywood. Ho letto che persino Linda McCarthney cita la casa nel suo libro “The Sixties”. Tutto intorno ha ben 4000 acri di terra tutti da esplorare, che portano sino al Griffith Park. I proprietari vivono ancora qui, con il loro cane Jack ma gli ospiti sono liberi di godersi l’atmosfera un pò hippy della casa in totale liberrtà. Vi lascio il link per le prenotazioni e informazioni.

 

I BAND OF HORSES HANNO REGISTRATO UN VIDEOCLIP PROPRIO SOPRA ALLA SCRITTA HOLLYWOOD

 

Nel 2014 la formazione dei Band Of Horses ha avuto l’opportunità di registrare il videoclip di “Heartbreak On The 101”  e  “No One’s Gonna Love You” proprio sopra alla Hollywood Sign, un punto decisamente panoramico per osservare la città dall’alto ma  non accessibile a nessuno ad oggi. La zona è recintata e tenuta sotto monitoraggio da telecamere, per evitare atti vandalici e gesti estremi (come già avvenuto in passato). Il singolo “Heartbreak On The 101” che sentite è tratto dal loro album “Mirage Rock” (2012) che dal punto di vista della critica non ottenne grandi recensioni. Quello di suonare sopra a questo punto iconico della città è invece sempre stato il sogno dei Band Of Horses che nel 2013 registrano  un altro famoso live dentro al leggendario Ryman Auditorium di Nashville. Quanto li invidio!

 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adoro cucinare ascoltando John Coltrane, colleziono cappelli e ho un debole per la decade degli anni Sessanta e Settanta, a cui mi ispiro nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, mi dedico alla musica e alla scrittura da diversi anni. La mia valigia? Grande e 'tappezzata' da adesivi rock

Share This Post On