Turisti a Brixton, nel quartiere natale di David Bowie

Pinterest

Forse è un caso, ma spesso, le menti più fini del pianeta e le indiscusse icone della musica pop-rock sono nate nei sobborghi di una caotica metropoli. Almeno questo è il caso di David Bowie…

Il Duca Bianco è nato infatti a Brixton, periferia a sud di Londra, in un’allora modesta abitazione che si trovava su Stansfield Road, poco distante dall’O2 Academy (o Brixton Academy), un tempo cinema e oggi importante locale di musica live. L’edificio venne costruito nel 1929 ed è tutt’ora ammirabile dai turisti nel suo splendido stile art decò. Dopo diversi passaggi di propietà e tentativi di rilacio, dal 1983 la Brixton Academy diventa finalmente culla della musica live! Negli anni ha infatti avuto modo di ospitare concerti di artisti importantissimi: dai Faith No More a Bruce Springsteen, passando al punk dei Ramones sino al blues-rock dei giovani Rolling Stones.

Brixton Academy

Brixton Academy

E se Brixton è oggi un zona battuta dagli amanti della musica underground, solo a fine degli anni Ottanta era una tappa sconsigliato ai più, a causa delle rivolte che spesso si infiammavano nel quartiere e che gli hanno valso  (per anni e anni) la reputazione di zona malfamata

C_4_articolo_2153702__ImageGallery__imageGalleryItem_0_image

il Ritzy Picturehouse omaggia Bowie

Oggi pullula di gallerie, negozietti vintage, pop-up store e il suo mercato permanente ( Market Village) è amato dai turisi, che lo scelgono per assaggiare piatti di cucina speziata e frutta fritta. Un luogo turistico sì, ma in cui si assapora (a piccoli bocconi) ancora anche la quotidianità di un quartiere multietnico. Grazie alla numerosa comunità afro-caraibica che si è stanziata in questo quartiere da fine anni Settanta, Brixton vanta anche ottimi ristoranti etnici, ma anche pizzerie italiane, ristoranti di cucina cinese e messicana in cui vale la pena fermarsi per una cena tra amici. Nel caso voleste abbinare musica e gastronomia anche qui (come Camden e Shoreditch) trovate il Blues Kitchen, un pub carinissimo, che offre session di blues-rock e cibo sfizioso.

Se siete in villeggiatura a Londra e conoscete bene la lingua vi consigliamo una serata al Ritzy Picturehouse, il più grande cinema indipendente di tutto il Regno Unito. La sua filosofia è quella di alternare ai grandi successi commerciali interessanti film d’essai.

Credit FB

Credit FB Supertone Records

Ma Brixton, come dicevamo, è soprattutto una zona che pullula di giovani in cerca di musica! Per  nostra gioia è ricca di negozi di dischi specializzati in musica hip-pop, raggae (in voga data la forte presenza di immigrati nella zona), R’n’B o jazz. Supertone Records (110 Acre Ln)  è consigliatissimo agli amanti dello ska e del raggae e poi c’è Rat Records (348 Camberwell New Rd), aperto più di 25 anni fa: pieno zeppo di vinili che non aspettano altro che voi! Il terzo negozio che ci sentiamo di consigliarvi è il nuovo Container Records, specializzato in musica elettronica (con molto usato) si offre ai giovani anche come spazio dedicato agli eventi live. Si trova nel Pop Brixton (49 Brixton Station Rd), una sorta di villaggio underground che offre cibo street e negozietti cool. Apre alle 9 e si trova appena fuori alla stazione metropolitana di Brixton

credit ww.thevinylfactory.com

credit ww.thevinylfactory.com

Infine, Brixton è famoso anche per i suoi murales dipinti tra le abitazioni dalle facciate con mattoni a vista color porpora. Il più famoso è sicuramente quello dedicato a David Bowie e dipinta da un noto artista di strada, l’ australiano James Cochran. Si trova sulla parete del grande magazzino di Morley, in Tunstall Road ed è una rielaborazione della copertina dell’album di Bowie, Aladdin Sane(del 1973)

Il murales dedicato a Bowie

Il murales dedicato a Bowie

Fu commissionato come parte integrante di una mostra estiva chiamato The Many Faces of Bowie, andata in scena all’ Opera Gallerynel 2013 e da allora lì è rimasto, a ricordare il luogo in cui crebbe quel genio indiscusso.

La prima casa di Bowie credit wowway.net

La prima casa di Bowie credit wowway.net

Bowie, nato il 9 gennaio del 1947 a Brixton, abitò durante l’infanzia al 40 della vicina Stansfield Road e frequentò la scuola primaria di Stockwell , per poi trasferirsi a Bromley solo nel 1953. Il giorno della sua scomparsa, come in tutto il mondo, anche a Brixton si sono svolti innumerevoli eventi in sua memoria e un’immagine che mi resterà per sempre impressa nella memoria è quel murales coperto dai fiori e il cartellone del Ritzy Picturehouse, che per giorni ha lasciato in segno di lutto la scritta “Our Brixton Boy Rest in Peace”

 

———————

BRIXTON

Questo quartiere di Londra è raggiungibile con la Metro (Victoria Line)

E’ servito da diversi autobus e da una stazione ferroviaria

Non è lontanissimo dalla Battersea Power Station

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Gloria Annovi

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adora cucinare ascoltando John Coltrane, colleziona cappelli e ha un debole per la decade ’60-’70, a cui si ispira nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, si dedica alla musica e alla scrittura da diversi anni. La sua valigia? Grande e 'tappezzata' da adesivi rock

Share This Post On
468 ad

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Email
Print