Musica live a casa del Poeta Giovanni Pascoli

Non è la prima volta che su questo portale ci capita di unire musica, viaggi e poesia. Da anni infatti presso il Vittoriale, l’ex residenza di Gabriele D’Annunzio, ubicata a Gardone Riviera, si tiene Teneramente Festival, kermesse consigliatissima di cui abbiamo già avuto modo di parlare. E se in questo caso i concerti si tengono nel piccolo anfiteatro che si affaccia sul Lago di Garda, a San Mauro Pascoli, provincia di Forlì-Cesena, è il cortile interno di Villa Torlonia (legata all vita di Giovanni Pascoli) ad ospitare ogni estate rassegne di musica e teatro.

Nell’estate 2020 ho avuto modo di visitare due insolite location per concerti, entrambe legate in modo indissolubile alla vita e alle opere del Poeta Giovanni Pascoli: ecco allora qualche informazione utile per voi!

SAN MAURO PASCOLI (FORLI’-CESENA)

Villa Torlonia vista dall'alto

Villa Torlonia vista dall’alto

Partiamo appunto da Villa Torlonia, che prende il nome dalla stessa famiglia di nobili che incaricarono il padre di Pascoli, Ruggero, di amministrare la tenuta “La Torre” , uno dei tanti possedimenti rurali della famiglia. Il Poeta nacque in una piccola casa nel centro del paese (che allora si chiamava ancora San Mauro), dove, il 10 agosto del 1867 fu costretto a tornare dopo l’assassinio di Ruggero, ucciso brutalmente mentre era di ritorno dal mercato di Cesena. L’avvenimento porterà nel 1903 alla dolorosa scrittura della sua famosa poesia “La Cavallina Storna”. A quel tempo Pascoli viaggiava molto, poichè era professore universitario, professione che lo costrinse a lavorare in più città: Pisa, Messina e Bologna, dove morirà nel 1912.

Foto di Gloria

Foto di Gloria

Oggi, questa storica villa romagnola, che con i Torlonia divenne una florida azienda agricola, è sede del Museo dedicato al Poeta e proprietà dell’ Amministrazione comunale, che già da diversi anni l’ha aperta al pubblico, rendendo accessibili stanze e locali per la realizzazione di eventi culturali, concerti ed eventi dedicati al wellness e all’enogastronomia, nonché a visite guidate di interesse storico naturalistico. Villa Torlonia è anche parte integrante, insieme alla casa natale, del Parco Poesia Pascoli, progetto culturale partecipato che ha come obiettivo la valorizzazione della poesia di Giovanni Pascoli legata a San Mauro, paese natio del Poeta, di tutto il territorio e delle sue eccellenze.

Villa Torlonia si anima con gli eventi live

Villa Torlonia si anima con gli eventi live, foto credit AcieloAperto Festival

Tra le rassegne musicali più famose che prendono vita qui ricordiamo Acieloaperto Festival, che dal 2013, ogni estate, combina una proposta musicale di qualità con la valorizzazione di luoghi storici di grande pregio e fascino. La location privilegiata è appunto la splendida Villa Torlonia di San Mauro Pascoli e i live sono organizzati per merito dall’associazione culturale RetroPop Live di Cesena, in sinergia con il Rock Planet Club di Cervia. Tra gli ospiti del Festival anche Calibro35, EELS, Jonny Rotten e Francesco De Gregori. E poi, altri eventi che portano la musica in “Villa” sono: Jazz in locanda, Sammaurock, Crossroads, Aperitivi in musica, San Mauro Che Legge con reading in musica… Consigliatissima anche una visita al museo multimediale, che dura circa 2 ore e che vi permetterà di entrare anche nella chiesetta e nei sotterranei della proprietà. Per essere sempre informati sugli eventi in corso vi consiglio di seguire il sito di casapascoli

VILLA TORLONIA

VIA DUE MARTIRI, 2

SAN MAURO PASCOLI (FC)

Per informazioni e preventivi rivolgersi a parcopoesiapascoli@comune.sanmauropascoli.fc.it tel. 0541 936070
www.casapascoli.it – www.facebook.com/villatorloniaparcopoesiapascoli

 

CASTELVECCHIO (LUCCA)

Casa Pascoli, vista aere

Casa Pascoli, vista aere

 

Anche nella villa di campagna situata ai Caproni di Castelvecchio, nei pressi di Barga, tenua in cui Giovanni Pascoli si trasferì dal 1895, si tengono concerti ogni estate. La villa è circondata dal verde placido dell’Alta Garfagnana, che contribuì a rendere la permanenza di Pascoli (dal 1895 al 19129 tranquilla e serena.

Pascoli

Un ritratto a colori del Poeta

Ed è sempre in questa elegante residenza che diede alla luce opere come Myricae (1903), i Primi Poemetti (1897), i Canti di Castelvecchio (1903), i Poemi Conviviali (1904). Nella Casa Museo è raccolta in un imponente archivio tutta la sua opera e la casa ha ancora gli arredi e la struttura che aveva alla morte del Poeta, così come è stata conservata dalla sorella Maria e poi dal Comune di Barga. Attigua alla casa è la cappella di famiglia, sulla cui facciata una lapide riporta i versi tratti dalla poesia “Il sepolcro”. Ma come si lega la musica a questo luogo?

 

Nella Casa Museo è raccolta in un imponente archivio tutta la sua opera e la casa ha ancora gli arredi e la struttura che aveva alla morte del Poeta, così come è stata conservata dalla sorella Maria e poi dal Comune di Barga. Attigua alla casa è la cappella di famiglia, sulla cui facciata una lapide riporta i versi tratti dalla poesia “Il sepolcro”. Ma come si lega la musica a questo luogo?

67946081_2594854207193743_3587387488571752448_o

La casa nella Garfagnana. Foto credit Barga Jazz Festival

Ebbena, da ormai 30anni nella tenuta dei Pascoli si svolge un evento musicale che prende vita ogni 10 agosto, la notte di San Lorenzo, notte delle stelle cadenti, ma anche della poesia pascoliana, che in questa data ricorda l’uccisione di Ruggero Pascoli. Ma la musica invade il giardino della villa anche in occasione del Jazz Festival di Barga, che trovate ogni agosto nel suggestivo borgo di cui vi parlerò.

 

MUSEO CASA G.PASCOLI

CASTELVECCHIO PASCOLI, BARGA

Telefono 0583.766147
Orario di apertura: 1 ottobre – 31 marzo (martedì dalle ore 14-17.15 e dal mercoledì alla domenica 9.30-13 e 14.30-17.15); 1 aprile – 30 settembre (martedì 15.30-18.45 e dal mercoledì alla domenica 10.30-13 e 15-18.45)
Chiuso tutti i lunedì e martedì mattina.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adora cucinare ascoltando John Coltrane, colleziona cappelli e ha un debole per la decade ’60-’70, a cui si ispira nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, si dedica alla musica e alla scrittura da diversi anni. La sua valigia? Grande e 'tappezzata' da adesivi rock

Share This Post On
468 ad