ROXANNE E MESSAGE IN A BOTTLE: ECCO I VINI PRODOTTI DA STING CHE HO TESTATO

Lake House, dimora del XVI secolo immersa nella campagna placida del Wiltshire, è la casa in cui Sting e la moglie Trudie, più di 30anni fa, hanno iniziato ad approcciarsi all’agricoltura biologica e alla apicoltura. Sono 25 gli ettari di verde e colline a disposizione della coppia, che inizia ad allevare anche capre e mucche, tra una registrazione e l’altra di Sting, che nella sua casa studio ha inciso anche l’album “Ten Summoner’s Tales” . Nel 1997 la coppia s’innamora di una tenuta cinquecentesca, ubicata sulle dolci colline toscane e la trasformano in un agriturismo in cui ancora oggi si producono vino, olio e miele. Ho voluto testare il loro vino e oggi vi racconto come poterlo reperire.

LA TENUTA DI STING E TRUDIE

sting

Uno scatto della tenuta, foto credit Il Palagio

Il cantante dei Police e la moglie Trudie Styler sono proprietari della Tenuta Il Palagio, situata tra le dolci colline toscane nel comune di Figline e Incisa Valdarno (Firenze) che ha eletto Sting cittadino onorario nel 2019. La coppia risiede spesso nella bellissima tenuta che si colloca su di una proprietà di 350 ettari, immersa tra i vigneti del Chianti. Un tempo appartenuta al duca Simone Vincenzo Velluti Zati di San Clemente, la villa è stata riconvertita in una magnifica location per eventi di lusso e cerimonie. Ospiti della Pop Star sono anche gli amici della coppia, che spesso sono invitati per party privati o per l’annuale presentazioni dei vini della loro cantina. Tra questi anche il flautista Griminelli, che proprio nella villa si è esibito con l’amico Sting in occasioni speciali. Il Palagio offre anche la possibilità di pernottare e ci sono cinque guesthouse a disposizione degli ospiti (La Casa Colonica, The Red House, Chalet, Casino delle Vie, Senatore Umberto) una piscina, un parco con fontane, una scacchiera gigante e un giardino per la meditazione. Per gli ospiti c’è anche la possibilità di intrattenersi con lezioni di yoga, sedute di meditazione, partite di tennis, gite a cavallo, tour delle cantine e proiezioni di film sotto ad un cielo stellato. Sting ha fatto costruire persino uno studio di registrazione, coronando il sogno di unire tutte le sue passioni in un unico luogo da favola. Dal 2019 la magione è stata aperta anche al pubblico, che già da anni poteva reperire i prodotti nello spaccio, ubicato nella stessa tenuta. Nell’attesa di poterci passare anche solo una notte ho testato i vini prodotti dalla cantina di Sting.

ECCO TUTTI PRODOTTI DELLA TENUTA

Sting

Sting foto credit Il Palagio

L’azienda agricola Il Palagio possiede uliveti e vigneti, dai quali si ricavano olio e vino, prodotti con metodi biologici. La coppia ha recuperato più di 8000 ulivi secolari e ha sistemato tutte le vigne, al fine di poter produrre solo prodotti di qualità. Per ottenere questo risultato si è affidata ad esperti del settore, come Alan York, viticultore guru della biodinamica, l’enologo Paolo Caciorgna, Paolo Rossi (nato e cresciuto nella tenuta) e Daniel O’Donnell. La prima produzione di vini rossi è datata 2010, con le bottiglie di rossi Casino delle Vie, When We Dance, Sister Moon e Message in a Bottle (oggi anche nella versione del bianco), che ancora trovate in commercio. Come avrete intuito le etichette di questi vini IGT sono curatissime e tutte dedicate alle canzoni più famose di Sting e dei suoi Police. I vini che potete reperire anche sullo shop on line del Palagio sono: Message in a Bottle (Sangiovese o versione bianca blend di Sauvignon Blanc, Vermentino), Casino delle Ville (Chianti), Sister Moon (blend di Sangiovese, Merlot, Cabernet), When We Dance (Sangiovese), Roxanne (Vermentino o nella versione rossa con uve di Merlot, Sangiovese, Syrah). Inoltre ho visto che hanno prodotto anche uno Spumante Brut ottenuto con uve di Vermentino e Sauvignon Bianco, oltre ad un rosè chiamato Beppe.

palagio

Ecco i vini

Sister Moon è stato selezionato da Wine Spectator e inserito tra i 101 vini migliori d’Italia nel 2017 e la produzione è molto apprezzata anche in America. Le etichette sono infatti in inglese e alcune vedono una traduzione in italiano.

COSA HO TESTATO

vini sting

Ecco la mia selezione

Il primo vino che ho testato è il bianco Roxanne, un vino bianco di Toscana fatto con le migliori uve vermentino del 2018. L’etichetta mi è piaciuta molto, con l’autografo di Sting e alcune note informative poste sul retro, a ricordare la nascita di questa hit e l’ommaggio di Sting alla famosa commedia di Cyrano de Bergerac. Roxanne, l’oggetto del desiderio non corrisposto di Cyrano nella commedia di Rostand, fornì a Sting un titolo per il singolo che nel 1977 raggiunse il top delle classifiche in tutto il mondo, così come il primo album del Police “Outlandos D’Amour”. Tornando al vino non è molto corposo ma ho apprezzato il suo retrogusto agrumato, con sentore di ananas e banana. L’unica cosa che non mi ha convinto è il tappo a svito. Spesa 18,10 euro

Per testare il rosso ho scelto il Sangiovese Message in a Bottle, che riporta il titolo di un famoso singolo del 1979 (Secondo album dei Police “Reggatta De Blanc”) e che nell’etichetta viene descritto come il vino perfetto da gustare in compagnia di amici. Quasi si stesse lanciando loro un SOS di aiuto per condividere insieme pranzo e cena. Un rosso elaborato da uve di Sangiovese, provenienti dalla sua tenuta toscana. Profuma di frutti rossi (la ciliegia sopra tutti) e spezie, ha una presenza decisa di tannini ma non è corposissimo. E’ prodotto con uve di Sangiovese (80%), 10% Merlot e 10% Syrah, invecchiate in fusti di rovere francese per 12 mesi e poi imbottigliato. Spesa 19,00 euro

Sono sincera, il prezzo dei vini è abbastanza alto, ma credo che comprenda anche i diritti d’autore…

 

COME REPERIRE I PRODOTTI

sting e trudie

Trudie e Sting

Vino, miele (Acacia, Tiglio e Millefiori) e olio biologico sono acquistabili e degustabili presso il negozio agricolo situato a pochi passi dalla tenuta e reperibili anche nello shop on-line. Io ho acquistato i vini sul sito Drinksco, pagando per 2 bottiglie un trasporto di 8 euro. La merce è arrivata imballata in modo impeccabile nel giro di un paio di giorni. Ottimo servizio. Il vino è reperibile anche sul sito Starwine e in alcuni negozi di Eataly.

——————————

Tenuta il Palagio Farm Shop

Via Sant’Andrea, 11, 50063 Figline e Incisa Valdarno (FI)

Lo shop è aperto 7 giorni su 7

Per prenotazioni e info sull’agriturismo visita questo link

ilpalagio@tenutailpalagio.it

+39 055 9502652

www.il-palagio.com

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adoro cucinare ascoltando John Coltrane, colleziono cappelli e ho un debole per la decade degli anni Sessanta e Settanta, a cui mi ispiro nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, mi dedico alla musica e alla scrittura da diversi anni. La mia valigia? Grande e 'tappezzata' da adesivi rock

Share This Post On