4 DISCHI, 10 MERCATINI E 4 INDIRIZZI

Finalmente, dopo mesi di lockdown, sono tornati i mercatini del vintage e del disco ad animare le piazze delle città italiane.

Di seguito ve ne segnalerò qualcuno (quelli di maggio e giugno) e grazie a 4 dischi che ho acquistato propiro ad un mercatino lo scorso 16 maggio, vi inserirò nel post anche spettacoli e curiosità legate alle loro copertine o  interpreti.

Siete pronti? Si riparte

 

QUALI SONO I MERCATINI PIU’ INTERESSANTI DI MAGGIO E GIUGNO 2021?

Mercatini

Me

Sicuramente quelli di San Donato Milanese (23 e 30 maggio) a firma “Pulci e non solo”, che conta circa 200 espositori, tra svuota-garage e antiquari. Ritrovo al parcheggio Snam (Via Emilia). Sempre in zona Milano, il 30 maggio, dalle 10.00 alle 18.00, l’associazione culturale Rock Paradise organizza la Mostra mercato del disco di Parabiago: l’appuntamento è in via Santa Maria 145 a Parabiago (Milano).

Sempre in Lombardia segnalo che il 2 Giugno ritorna anche il mercatino di Gonzaga (MN), che vi avevo già segnalato e che conta molti antiquari ma anche espositori amatoriali che vendono dischi, abiti, borse o cappelli. Un tempo il mercatino si svolgeva nella Piazza e nelle vie laterali, dalla mattina sino alle 18 circa

E ancora, a giugno a Milano approda la Fiera del Disco (11 e 13 giugno) in zona Porta Genova. Sarà una tre giorni dedicata al mondo dei vinili e musica a firma Ernyaldisko (ingresso libero)

Anche la città di Verona (Ex arsenale) e Pordenone propongono una Fiera del Disco a giugno, neglle stesse giornate del 19 e 20 giugno. A Pordenone la location sarà quella delle Fiere e l’orario è 10-19

Infine, parlando di Fiere del Disco, segnalo che a Genova ci sarà un mercatino il 26 e 27 giugno presso gli spazi del Porto Antico e Piazza delle Feste (10 alle 19)

Ma ci sono altri mercatini delle pulci in cui è possibile trovare dischi usati? Uno di queti è il mercatino di Novellra (Reggio Emilia), che si svolge ogni prima domenica del mese nella piazza e sotto ai portici. Un’occasione per fare anche un tour sulle tracce dei Nomadi!

Appuntati le date più vicine

FRANCO D’ANDREA VINILE E APPUNTAMENTI

D'andrea

Ecco il vinile che ho preso

E ora passiamo ai vinili che ho acquistato al mercatino dell’usato, domenica 16 maggio, in Piazza a Cariago (RE), appuntamento che si tiene ogni seconda domenica del mese. Ho trovato un LP dedicato alla carriera del pianista jazz Franco D’andrea e dei suoi successi dal 1980 al 1991. Sono sincera, il vinile è tenuto benissimo ma non è una bella edizione, credo che fosse una di quelle pubblicazioni in uscita con qualche quotidiano nel 1991. Un decennio racchiuso in 6 brani che vedono tra gli ospiti anche il batterista Roberto Gatto e il sassofonista Gianluigi Trovesi. Mi è costato 5 euro e ho pensato di prenderlo perchè il 28 maggio D’andrea sarà ospite a Correggio Jazz , appuntamento per me imperdibile. Non sono ancora riuscita a vederlo in duo con DJ Rocca, a mixare suoni elettronici a quelli del jazz sperimentale, in un duo inconsueto che tanto mi ricorda il progetto alva Noto e Ryūichi Sakamoto. Se avete in mente di andare in Puglia il prossimo agosto vi segnalo che i due saranno ospiti del Locustus Festival (XVII edizione) presso la Masseria Ferragnano il 13 agosto. La stessa sera anche Iosonouncane e a seguire Ginevra Neri. Un festival che rappresenta il ‘viaggio’ in Puglia per definizione, tra Murgia, Valle d’Itria, litorale adriatico e il capoluogo di Bari (l’evento di chiusura sarà nell’inedita location del sagrato della Basilica di San Nicola) Quando? Dal 30 luglio al 18 agosto, ma ci sarà un’anteprima il 24 luglio fra i vigneti della Tenuta Bocca di Lupo, official partner del festival.

Franco D’andrea new trio  —-> Correggio Jazz: 28 maggio

Franco D’andrea e Dj Rocca—> Locustus Festival: 13 agosto

 

MUSICAL DA ASCOLTARE, GUARDARE E LEGGERE

musical

Musical

Non sono una fanatica dei musical ma questo vinile apribile e cartonato (5 euro di spesa e ottimo stato) ha quasi la mia età e la colonna sonora non è niente male, molto rock’n’roll. La piccola bottega degli orrori (The Little Shop of Horrors) è un film del 1960 diretto da Roger Corman, ispirato dal racconto del 1932 “Green Thoughts” di John Collier, che nel 1982 (mio anno di nascita) è stato trasformato in un fortunato musical di Broadway. Qualche anno dopo, nel 1986 per la precisione, il regista Frank Oz ha trasportato la storia sul piccolo schermo (tra gli attori anche Steve Martin e Vincent Gardenia). La pellicola è ambientata a New York e poichè tra le protagoniste della pellicola c’è una inquietante pianta carnivora, ho pensato di associare il vinile ad una visita allo storico e bellissimo Botanic Garden (zona Bronx) di New York, un giardino botanico che durante tutto l’anno propone anche mostre e installazioni di arte contemporanea, oltre  eventi dedicati al giardinaggio e botanica. Da sabato 10 aprile fino a domenica 31 ottobre 2021, trovate  l’amatissima artista Yayoi Kusama. Da non perdere una visita alla meravigliosa serra vittoriana (datata 1902)  e al rock garden. E per finire, come seconda associazione sono a consigliarvi il libro “Viaggiare in poltrona” by Lonely Planet, dove scoprirete dove sono state girate celebri pellicole. 500 film, location e musiche da gustarsi in poltrona!

Fiori e arte al Botanic Garden, 2900 Southern Blvd – Bronx (NY)

Ingresso 23 $

Libro “Viaggiare il poltrona” by Lonely Planet

 

IL TEMA DI LARA. LO SAI CHE IL FILM VENNE GIRATO IN SPAGNA?

Zivago

Celebre colonna sonora

 

Altro vinile che ho acquistato per soli 5 euro è questo LP cartonato, tenuto divinamente e apribile. Colonna sonora del film “Il dottor Živago”, basato sul romanzo di Boris Pasternak (che nel 1958 vinse il Nobel per la letteratura), che racconta una romanticissima e travagliatissima storia d’amore ambientata durante la Rivoluzione d’ottobre nei primi del Novecento. Celeberrima  l’interpretazione di Omar Sharif nel ruolo di Jurij Živago e quella di Julie Christie nei panni dell’ammaliante Lara Antipova, che stregherà sin dal primo incontro Jurij, mariro di Tonia (Geraldine Chaplin). Posseggo già lo stesso vinile ma questo è un regalo per mio fratello, amante della pellicola di Davin Lean (1966) e del “Tema di Lara”, che in tanti ricorderanno insieme alla gelida Tundra russa. La colonna sonora di Zivago venne affidata a Maurice Jarre , un genio della composizione per film, che con queste musiche si aggiudicò un Premio Oscar. Lo stesso avvenne per quelle dei film  “Lawrence d’Arabia” (1965) e “Passaggio in India” (1985). Una cosa che non sapevo è che la maggior parte delle scene del film vennero girate in Spagna, in provincia di Madrid. Il set principale venne infatti allestito a Canillas, un quartiere di Madrid, che negli Anni ’60 non era ancora stato completamente urbanizzato. Nella regione montuosa di Soria, venenro invece fatte le riprese sulla residenza di Jurjatin (nella Tundra Russa, vi ricordate?)

Una gita a Madrid per vedere i luoghi dove venne girato il film

 

CERCASI SUSAN DISPERATAMENTE… A NEW YORK

Madonna

45 giri

Per finire, un 45 giri che mi ha regalto l’espositore. Sono due singoli tratti dalla colonna sonora del film “Cercasi Susan disperatamente”, che vede Madonna come protagonista principale. Immancabile  il singolo “Into the Groove”, realizzato da Madonna proprio per questo film e successivamente inserito nella ristampa dell’album Like a Virgin. Una commedia riuscita che vedeva tra le attrici coinvolte anche  Rosanna Arquette. Il film venne girato quasi tutto a New York e tra le location che voglio riportare alla luce c’è anche lo storico club Danceteria, che purtroppo ha chiuso nel 1986. Vanto della pellicola sono i costumi, davvero iconici e rappresentativi del decennio degli anni Ottanta e Novanta. Se amate questi look stravaganti ho pensato di segnalarvi un vintage shop in cui reperire qualche chicca 80s.

Screaming Mimis Vintage vintage-shop specializzato in moda e costumi degli anni ’70 -’80, frequentato anche da molte celebrità. Non è troppo economico ma siamo pur sempre a New York e non in un posto qualunque, ma su Union Square! e’ però possibile anche acquistare on line

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adoro cucinare ascoltando John Coltrane, colleziono cappelli e ho un debole per la decade degli anni Sessanta e Settanta, a cui mi ispiro nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, mi dedico alla musica e alla scrittura da diversi anni. La mia valigia? Grande e 'tappezzata' da adesivi rock

Share This Post On