Visitare Dublino attraverso un videoclip di Phil Lynott

Avete mai sentito parlare degli irlandesi Thin Lizzy?

Thin Lizzy

Thin Lizzy

Il loro successo è esploso negli anni Settanta, grazie ad un paio di singoli che poi li hanno fatti conoscere al grande pubblico. Tra questi c’era anche un classicone, The Boys Are Back In Town. Leader della band era il carismatico Phil Lynott, giovane bassista e cantante di colore, nativo proprio della periferia di Dublino (Sutton). Quella di suonare ed essere contemporaneamente anche voce dei Thin Lizzy era una caratteristica che lo rende davvero unico (provate voi a suonare il basso e cantare!). Purtroppo Lynott morì a soli 35anni, per un’infezione al fegato, ma da allora, ogni anno il 4 gennaio (giorno della sua scomparsa), a Dublino si organizza un festival in sua memoria, il Vibe For Philo

La tomba di Phil Lynott (Thin Lizzy), St Fintans Cemetary, Sutton, Dublin Credit www.ankh.co.nz

La tomba di Phil Lynott (Thin Lizzy), St Fintans Cemetary, Sutton, Dublin
Credit www.ankh.co.nz

Per anni si sono esibiti gli ex componenti dei Thin Lizzy al Vibe e solo da poche edizioni la location del festival è stata spostata al Vicar Street (58.59 Thomas St), punto di riferimento per le notti dublinesi.

Credit Dublinconcerts

Il locale di Vicar Street, Credit Dublinconcerts

Il locale si trova in Thomas St. una zona che pullula di giovani in cerca di divertimento. E’ sicuramente meno turistica di Temple Bar ma altrettanto ricca di locali e pub in cui fare serata. Si trova appena fuori dal centro ( porta verso la fabbrica della Guinnes),nella parte più vecchia di Dublino

Tanti scorci della capitale appaiono anche nel videoclip del singolo di Lynott dal titolo Old Town, del 1982. Vediamo se siete bravi a riconoscere qualche prima del nostro aiuto…

Il videoclip si apre con la telecamera fissa su uno dei più famosi ponti della città (ce ne sono diversi), considerato uno dei simboli di Dublino: l’Half Penny Bridge (15 Bachelors Walk). Un tempo, per essere attraversato, necessitava appunto di un pedaggio, pari ad un mezzo penny di spesa. Oggi si attraversa liberamente e porta i turisti in uno dei quartieri più amati della città, Temple Bar.

Il ponte, foto di Musicpostcards

Il ponte, foto di Musicpostcards

Da una sponda del fiume, che da su Liffey St. si trova anche uno dei locali più notzi di Dublino: The Grand Social, dove si può mangiare prima di vedere un concerto al piano di sopra. Il sabato pomeriggio apre le porte per un mercatino delle pulci alternativo e all’angolo trovate anche un negozio di dischi. Sulla programmazione invece possiamo dirvi che è davvero vasta!

Peccato, ancora chiuso ^_^

Peccato, ancora chiuso ^_^

Seguendo la telecamera in Old Town arriviamo anche sulla famosissima Grafton Street,  via su cui un tempo c’erano i migliori negozi di dischi e i più gettonati live club di Dublino. Oggi è la via dello shopping più commerciale ma anche della musica dal vivo, che a qualsiasi ora del giorno è improvvisata da musicisti di strada. Pensate che anche Bono ha fatto uno show a sorpresa su Grafton nel dicembre 2015. Al numero 7 di Harry St invece è stata posta una statua che omaggia proprio la figura di Phil Lynott, scomparso il 4 gennaio del 1986. Si trova davanti al Pub Bruxelles (molto turistico)

Marco davanti alla statua di Phil Lynott

Marco davanti alla statua di Phil Lynott

Proseguendo lungo questo luogo nevralgico si arriva sino al Trinity Collage. I negozi chiudono alle 18 e poi, come da buona tradizione irlandese, ci si chiude dentro ad un pub a bere Guinnes e ad ascoltare musica folk. Nel centro città servono la cena anche sino a tardi, ma i veri pub non servono più nulla oltre le 21.00: attenti quindi a non trascurare questo dettaglio! Anche Phil nel suo video viene ripreso all’interno di un classico pub The Long Hall (51 South Great George’s Street), sito a pochi passi dal castello della città. L’arredamento del suo interno è curatissimo e offre un’ottima selezione di birre.

L'interno del Long Hall

L’interno del Long Hall

Consigliamo anche The Bankers Bar, che si trova a pochi passi da Grafton St, all’angolo di Trinity St. A noi è capitato di pranzarci e il cibo è fresco e meraviglioso, soprattutto il Fish&Chips (abbondante) servito con salsa di piselli a parte.  

Marco

Marco

Infine, nel video appaiono altre 2 location: il molo di Ringend con il suo faro e l’ Herbert Park, dove si può passeggiare sino al suo lago tra la quiete del verde, in una perfetta (uggiosa) giornata irlandese. Se volete spingervi sino alla tomba di Phil, dovrete prendere un’auto e andare sino al St. Fintan’s Cemetery a Sutton, Dublino.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adoro cucinare ascoltando John Coltrane, colleziono cappelli e ho un debole per la decade degli anni Sessanta e Settanta, a cui mi ispiro nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, mi dedico alla musica e alla scrittura da diversi anni. La mia valigia? Grande e 'tappezzata' da adesivi rock

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.