Consigli per un week-end a Copenhagen

Cosa fare e cosa vedere in un breve, brevissimo week-end a Copenhagen (Danimarca)?                    Senza tralasciare la musica, ovvio…. Cercheremo di darvi qualche consiglio utile in questo post

Innanzitutto va segnalato che, non trattandosi di una caotica metropoli le distanze sono, in genere, abbastanza contenute e il centro storico piuttosto concentrato. Quindi potrete girarla benissimo anche a piedi o utilizzando i mezzi pubblici (anche su acqua)

TOUR IN BICICLETTA

le bici di Nørrebro, foto di Gloria

le bici di Nørrebro, foto di Gloria Annovi

Ma i danesi si muovono preferibilmente in  bicicletta, il mezzo di trasporto più utilizzato ed economico, anche per noi turisti! Ci sono diversi negozi che le affittano, sparsi un pò in tutta la città, e una volta noleggiate le potrete caricare anche sulla metro (a pagamento, 13 Dkr) o sui Stog (treni locali) gratuitamente. Il nostro primo consiglio è quindi quello di affittare una bici e partire alla scoperta di questa splendida città già di prima mattina, quando un tiepido sole il sole ci accoglie assieme alla frizzante brezza, caratteristica dei paesi nordici. Copenhagen è posizionata su due isole e separata dalla Svezia dallo stretto di Oresund e il clima è quindi costantemente influenzato e mitigato, dagli influssi della Corrente del Golfo. Per girare in bici o a piedi portatei sempre un k-way, anche d’estate, quando il clima non raggiunge mai picchi elevati di caldo. Vi sarà utile e attenti a non invadere le corsie dei pedoni (o viceversa) e infine, attenzione a non caricare le bici sui treni alla stazione di Nørreport negli orari di punta, ovvero dal lunedì al venerdì dalle 07:00 alle 08:30 e dalle 15:30 alle 17:00

I costi variano tra le 75 DKK/€10 per un giorno di noleggio e 350 DKK/€45 per una settimana.

COLAZIONE/BRUNCH

Spandauer foto di Marco Parmiggiani

In sella alla vostra bici accodatevi al flusso dei numerosi ciclisti che attraversano, in modo ordinato, la città grazie ad un sistema capillare ed efficientissimo di piste ciclabili: alcune zone del centro storico e parte dello Stroget (la via più commerciale, piena di negozi) sono riservate al traffico pedonale ed è proprio qui che ci fermiamo per una colazione. Abitudine del week-end è il brunch, dove oltre alla colazione tradizionale con le buonissime brioches danesi (assolutamente imperdibile lo Spandauer con crema, nocciole tostate e glassa bianca) potrete davvero abbuffarvi con pancakes allo sciroppo d’acero, ali di pollo uova strapazzate e marmellata di mirtillo!

LUOGHI DA FOTOGRAFARE

la zona del porto, foto di Marco Parmiggiani

Fotografatissime sono le case colorate che circondano Nyhavn, la pittoresca zona portuale, immortalata in tante cartoline. Indubbiamente si tratta di una zona molto turistica ed affollata ma assolutamente affascinante, da non perdere in una limpida giornata, quando i colori delle case (oggi ristoranti) del porto sono illuminate dai raggi del sole. Anche lo storico Palazzo della Borsa Valori (il più antico ancora funzionante in Europa) e dalla Rundetarn, antico osservatorio astronomico, catturano l’attenzione di molti turisti. Un bel ricordo fotografico anche per il vostro album di ricordi!

Vecchio palazzo della Borsa, foto di Marco Parmiggiani

 

UNA VISITA A MALMO

Malmo, foto di Marco Parmiggiani

Un’altra piacevole escursione che vi suggeriamo è una rapida visita alla città di Malmo, nella vicina Svezia che potrete facilmente raggiungere attraversando in treno lo stretto di Oresund. Le due città sono collegate da un grande ponte che attraversa il mare per circa sedici chilometri! Al di là del fascino della piccola città svedese, vale la pena attraversare il mare grazie a queste incredibile opera architettonica inaugurata nel 2000, probabilmente il ponte più lungo d’Europa!

Se capitate a Malmo ad agosto c’è una kermesse che porta musica, gastronomia, mercatini e tanti turisti per le vie della cittadina, grazie al Malmofestivalen, da più di 30 annni uno degli eventi più in voga del Nord Europa. Agosto in Danimarca è anche il mese delle grandi abbuffate di gamberoni d’acqua dolce, una tradizione, che si gustano nelle feste paesane appena pescati dalle acque fredde della Svezia. Li trovate anche tra le bancarelle di questo festival, che si svolge nel cuore della vita cittadina

NEGOZI DI DISCHI

Fonte foto Jonjonsgrall blog

Fonte foto Jonjonsgrall blog

Originalissimo il negozio SORT KAFFE VINYL (tradotto ordina un caffè e un vinile) che funge da caffetteria e negozio di vinili. E’ piccolissimo e ha una distesa sul viale che permette di sorseggiare un caffè all’aperto mentre si consulta la merce acquistata. Un rito per noi… Si trova nel quartiere alla moda di Vesterbro e in vendita ci sono dischi di diverso genere: jazz, rock, soul.. Cosa chiedere di meglio per iniziare bene la giornata? Se non un buon caffè, un Spandauer alla crema e una colonna sonora rock!

SORT KAFFE VINYL

Skydebanegade 4, Copenaghen

Tel +45 61 70 33 49

Aperto dalle 8 di mattina alle 19

 

FESTIVAL

Copenhagen è una città legatissima alla musica jazz, tra gli anni ’50 e ’60 tanti musicisti trovarono  qui un habitat accogliente e ottimale per dedicarsi e diffonder la loro musica. Da questa tradizione nasce l’annuale Jazz Festival, che si svolge ogni luglio e porta musica per le piazze e gli angoli più suggestivi  di questa città. Immaginate di stare seduti sul porto, mentre trombe e contrabbassi fanno da colonna sonora e tutto intorno è una grande festa. I live si svolgono anche nei pressi della più antica fabbrica di birra Carlsberg (1847). A Copenhagen non mancano nemmeno gli spazi verdi in cui sedersi con una stuoia e rilassarsi davanti ad una esibizione emozionante

A fine giugno è invece atteso il Festivalrock di Roskilde, che dura circa una settimana e ha portato in passato in città anche Roling Stones, Bob Dylan e U2. Roskilde è il nome della cittadina che ospita il Festival, si trova a circa 35 km da Copenhagen ed è circondata dalle colline. Tornando all’organizzazione del festival, vede ben sette palchi per i numerosi live che si alternano sino a notte, in un mix di diversi generi musicali. Consigliatissimo

LOCALI NOTTURNI

JAZZHAUS, foto di Marco Parmiggiani

Per concludere, noi appassionati “jazzofili” (non a caso siamo corsi a Copenhagen da sempre “culla” del jazz in Europa) vi raccomandiamo di passare una bella serata al Jazzhus Montmatre, leggendario club attivo dai primi anni sessanta che accolse in quell’epoca i grandi protagonisti del jazz americano tra cui Dizzy Gillespie, Sonny Rollins e Charlie Mingus. Se sarete fortunati qui potrete trovare alcuni degli artisti più significativi del jazz contemporaneo. In ogni caso l’atmosfera del piccolo club è intima e speciale e vale la pena rilassarvi in questo luogo sorseggiando un bel caffè caldo o una, immancabile, defaticante birra Calsberg.

—————————————————————-

Jazzhus Montmatre,

Store Regnegade 19A, 1110 Copenhagen K, Danimarca

Telefono:+45 31 72 34 94

fptp credit 110bestmedia.com

fptp credit 110bestmedia.com

Se preferite il rock vi consigliamo il Club Rust, che spazia nella sua programmazione sino al pop e all’elettronica. E’ grandissimo e si divide su quattro piani, amato dai giovani offre musica sino a notte fonda. Si trova a Nørrebro, quartiere alternativo a nord di Copenhagen e il venerdì e il sabato è aperto dalle 23 circa sino alle 5 di notte

—————————————————————-

Club Rust

Guldbergsgade 8, Copenaghen

 Telefono: +45 35 24 52 00

Raggiungibile anche con il bus n° 5A dalla stazione di Norreport

 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Author: Marco Parmiggiani

Musicista attivo dal ’97 nella band novellarese dei “Rufus Party” e da tempi più recenti presente anche nell’organico di “Stoop” e “Grande Orquestra de la Muerte”. All’attivo anche collaborazioni in studio con Omar Pedrini (Timoria), Mao (già Mao e la Rivoluzione). E’ un grande collezionista di vinili, compilations funky e soul e quando può, si rilassa suonando la sua pedal steel _____________________________________________________________________ Rufus Party's guitarist since 1997, recently He's playing with STOOP (indie band) and 'La Grande Orquestra de la Muerte' . He has collaborated with the famous italian rock artist Omar Pedrini (Timoria) and the singer Mao (Mao e La Rivoluzione). He' s a great vinyl and funky & soul music collector; when he's at home, he likes to relaxing by playing his pedal steel guitar

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.