Tre negozi parigini per appassionati di dischi e fumetti

Pinterest

Dalle vetrate dell’ultimo piano del Musée d’Orsay di Parigi vedi anche le cupole del Sacro Cuore. La stessa immagine che mi appariva limpida, ogni sera, quando mi affacciavo dal balcone della mia casa parigina.

Dalla mia casa parigina

Non mi ricordavo di quanto fosse bella questa città, ma mi è bastato un week-end per riscoprirla. Ho camminato a lungo, seguendo lo scorrere dell’acqua della Senna e ho attraversato i quartieri di Les Halles, Le Marais, Monparnasse, Belleville e il quartiere latino, sempre in cerca di musica e di luoghi da recensire per voi. Oggi vorrei parlarvi di tre negozi che hanno catturato la mia attenzione. Sono tre librerie particolari, che rivendono anche dischi, fumetti, libri di graphic novel e tutti  mi sono piaciuti per la volontà di creare uno spazio diverso dal solito, non solo esercizi commerciali, ma punti d’incontro dove fruire di arte, musica e scambiare opinioni tra appassionati.

Street music in Paris, foto di Gloria

PARALLELÈS. LIBRI E GRANDI CLASSICI. IL MIO RIFUGIO NEI GIORNI DI PIOGGIA

Me in Paris

Il primo records shop che voglio segnalarvi si chiama Parallèles, un amore di libreria/negozio di dischi che si trova nel quartiere di Les Halles, specializzato in libri di musica e graphic novel. Hanno una vasta selezione di dichi usati a prezzi bassi, vinili e ovviamente musica francese. Pop, rock, blues ma se cercate musica elettronica o moderna non è il posto giusto. Ad esempio, Bon Iver e Apparat non sono catalogati e nemmeno conosciuti dai due proprietari.

61734468_2152197554817110_8265207641056215040_nÈ un luogo più retrò, dove per radio passano Beatles, Frank Zappa e i clienti perdono la cognizione del tempo mentre rovistano tra scaffali di grandi classici. Questa libreria ha inaugurato nel 1972 ed è da allora che non scende a compromessi con le mode del momento, nonostante abbia visto nascere e sopire, in oltre 30 anni di attività, tanti generi musicali. Qui le pareti, ricoperte da 45 giri e potser, trasudano di storia e di musica che oggi non viene più passata dai network.

Come vi dicevo tra gli scaffali trovate anche un’interessante selezione di libri, fanzine, riviste specializzate, libri di graphic novel e biografie musicali. Tra gli autori in catalogo anche Philippe Brossat, Anna Feigenbaum, Christophe Brault o David Graeber. Il negozio organizza anche eventi, come presentazione di libri e fanzine o showcase. Io mi sono regalata questo libro su Bowie, opera di Liz Flavell.

La grafica delle mitiche borsine del negozio invece sono opera di Frank Margerin, noto fumettista francese, che ha curato anche quelle della vicina Librerie Gilda, aperta negli anni Ottanta e istituzione per i libri di seconda mano.

Le mitiche borsine

 

LIBRERIE GILDA, UN COVO PER AMANTI DI JAZZ E COLONNE SONORE

Anche questa libreria è un luogo conosciutissimo dai parigini e da tutti i turisti in cerca di libri e dischi di seconda mano, soprattutto di jazz e di musica pop francese. Credo che i due negozi siano in un qualche modo affiliati, non è un caso che abbiano la stessa grafica per i loro bigliettini da visita. Scendendo le scale della Libreria Gilda vi si aprirà un’enorme spazio dedicato a DVD, vinili e giornali (fumetti, riviste di musica), archiviati anche qui in modo abbastanza intuitivo e ordinato.

L'entrata di Gilda

LA PARTE SOTTERRANEA DI GILDA

Nonostante Châtelet-Les Halles sia una zona dedicata per lo più allo shopping compulsivo, da grandi catene e centri commerciali (sparsi su tutta Rue de Rivoli e Forum-des-Halles), questi due punti vendita incarnano ancora lo spirito dei negozi alla “Alta Fedeltà”, dove chi ti accoglie è altamente competente, ma anche un pò diffidente verso chi acquista in modo distratto e frettoloso. In questi negozi non si “gioca” al ribasso, si aspetta invece sempre un cliente da sfidare sulla conoscenza di autori, pubblicazioni e nuove uscite discografiche. I prezzi sono comunque ottimi in entrambi i due punti vendita e ci sono super offerte tutto l’anno.

Gilda è più indicato agli amanti di jazz, musica classica e pop. C’è tutto per farsi una cultura partendo dalle basi.

Uno scatto rubato dentro alla libreria Gilda

Consiglio di visitare entrambi i negozio se vi trovate in zona Les Holles e, nel caso piovesse, dopo una scorpacciata di cultura potreste fermatevi in una delle boulanger del quartiere. Parisienne offre anche caffè caldo ai suoi clienti, da gustare in veranda con uno squisito pain au chocolat.

—————————————————

Librairie Parallèles

Rue Saint-Honoré, Parigi

Zona Les Halles

Aperto dal lunedì al sabato dalle 10 alle 19

La libreria è anche su FB

—————————————————-

Librerie Gilda

36 Rue des Bourdonnais, Parigi

Zona Les Halles

Aperto dal lunedì al sabato dalle 11 alle 19

entrambe sono nella zona del 1 arrondissement

 

THÉ TROC, UN POSTO DAVVERO BOHEMIENNE

L'entrata del negozio-sala da thè

Infine, ma non meno interessante dei precedenti, voglio segnalarvi questo terzo angolo parigino, Thé Troc, un piccolo e incasinatissimo negozietto dall’anima bohémienne che nasce come rivendita di libri, dischi ma che funge anche da sala da thè. Un mix adorabile per me, che amo tutto quello che è vintage e autentico. E Troc è un perfetto connubio in questo senso.

La sala da theè

Ferid è l’eccentrico proprietario e ho letto che la sua passione per il thè è nata dopo un viaggio in Asia. Quella per la musica rock, i fumetti, l’arte e l’artigianato lo ha spinto invece ad aprire questo negozio a inizio anni Ottanta, in una zona multietnica che oggi è molto frequentata da giovani e che si è vivacizzata rispetto ad un tempo.

Il padrone di casa

Oltre ad aver creato un luogo alternativo, in cui assaporare arte, musica e cultura (in un luogo non turistico), Ferid è riuscito anche nell’intento di supportare la pubblicazione di fumetti. In particolare, dal 1993 è l’editore per la Francia dei fumetti del notissimo Gilbert Shelton, fumettista americano creatore di “The Fabulous Furry Freak Brothers”, “Fat Freddy’s Cat” e “Wonder Wart-Hog”. Nel suo catalogo anche Toshio Saeki e Robert Crumb. La collezione di Troc predilige fumetti a tema musicale e filo anarchico. I fumetti sono reperibili sia in francese che in inglese e il proprietario del negozio parla un inglese fluente, quindi non avrete problemi se, come me, non conoscete bene il francese :)

Passando alla musica che gravita in questo negozietto posso dirvi che c’è qualcosa di rock (meglio se di matrice 60s/70s), blues e reggae. Un posto per veri sovversivi, ubicato nel quartiere preferito da Gerarde De Pardieu.

——————————————

Thé Troc

52 rue Jean-Pierre Timbaud, Parigi

Zona 11 arrondissement

metro Parmentier o Oberkampf

Aperto dal lunedì al sabato

Visita il Fb del negozio

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Gloria Annovi

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adora cucinare ascoltando John Coltrane, colleziona cappelli e ha un debole per la decade ’60-’70, a cui si ispira nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, si dedica alla musica e alla scrittura da diversi anni. La sua valigia? Grande e 'tappezzata' da adesivi rock

Share This Post On
468 ad

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Email
Print