Liverpool: Finire nella copertina di Sentimental Journey

Pinterest

C’è un unico motivo che porta i turisti ad addentrarsi nel periferico e ‘squallido’ (sì, diciamolo) quartiere di Dingle, a Liverpool: è qui che visse la sua infanzia il batterista dei Beatles, Ringo Starr, ed è sempre qui che sorge “The Empress” il pub immortalato sulla copertina di Sentimental Journey

Il pub foto di Gloria Annovi

Il pub foto di Gloria Annovi

Altre occasioni di fotografare qualcosa di interessante non ce ne sono. Credetemi. Siamo nel bel mezzo di un quartiere operaio e popolare ormai fatiscente, che ad inizio anni Quaranta non doveva certo essre meglio, anzi… Dingle era l’area abitata dalla gente che lavorava al porto ed è al 9 di Madryn Street, che il 7 Luglio del 1940 il futuro Fab Four nasceva in una vecchia casa vittoriana dell’ Ottocento, per poi trasferirsi nella vicina Admiral Grove.

La via in cui abitava Ringo, foto di Gloria Annovi

La via in cui nacque Ringo, foto di Gloria Annovi

Le abitazioni di questa zona dovevano essere davvero malsane ai tempi, tanto che Ringo rischiò di morire di tubercolosi. Ma forse la casa in cui crebbe i primi 3anni era certo più spaziosa della minuscola casetta di Admiral Grove (con bagno esterno), in cui Ringo passerà i successivi anni, prima di fare successo con la band.

Admiral Grove St, fonte foto dailymail.co.uk

Admiral Grove St, fonte foto dailymail.co.uk

E proprio a pochi passi da questa seconda casa, passata qualche costruzione pericolante, si arriva all’ Empress Pub, meta di pellegrinaggio di tanti fans. Il Magical Mistery Tour passa proprio di qui ma non si ferma a visitare l’interno, giusto una foto ricordo allo stabile e poi via verso Penny Lane (non lontanissima in auto). Ma in fondo, quella che è indlebile nella nostra mente è la facciata del pub, poco conta se servano buona birra o economici fish e chips. Ai beatlesiani interessa toccare con mano quelle mura di mattoncini porpora e alzare il naso all’insù, verso la scritta che ricorda quanto già citato. Non credete?

la scritta del pub

la scritta del pub

Sentimental Journey è stato il primo album solista di Starr, non che ebbe molto successo, anzi…  ma per Ringo aveva un significato particolare. Era un omaggio alla sua infanzia e alle persone a lui care, in primis alla madre, che lavorò come cameriera proprio in questo locale.

Se guardate bene sulla copertina vedrete che appaiono alle finestre del pub uomini donne e ragazzini: sono i parenti di Ringo e ogni  traditional reinterpretato nel disco è una carezza ad ognuno di loro. Alla produzione c’era quel genio di George Martin, che aveva già seguito i Beatles anche negli studi di Abbey Road. Ringo aveva grandi idee per questo prodotto (come avere più interpreti e produttori) ma dovette accontentarsi, a metà sessions, di un disco meno strutturato. Colpa della ‘maledizione’ che incombette sul quarto Beatles, costretto a restare sempre alle spalle di quei mostri sacri di Lennon, Mc Cartney ed Harrison… per tutta la vita

Foto di Gloria Annovi

Foto di Gloria Annovi

Il pub è aperto anche la sera, ma forse è più consigliata una visita veloce, con un taxi che vi aspetta all’uscita :) Io non vorrei trovarmi in questa zona di notte

——————————————

THE EMPRESS PUBLIC HOUSE

tra High Park St e Admiral Grove Str, Dingle, Liverpool

Aperto al pubblico e servono piatti tipici e birra

pagina FB

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Gloria Annovi

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adora cucinare ascoltando John Coltrane, colleziona cappelli e ha un debole per la decade ’60-’70, a cui si ispira nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, si dedica alla musica e alla scrittura da diversi anni. La sua valigia? Grande e 'tappezzata' da adesivi rock

Share This Post On
468 ad

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Email
Print