LA TOP 5 DEL NUCLEO

Pinterest

5 domande, proposte ad artisti o addetti ai lavori. 5 suggerimenti che ci portano a scoprire le location preferite da giornalisti o artisti del panorama internazionale. UNA TOP FIVE per passare il tempo a suon di musica

Ritornano con il singolo “Cellule Impazzite” che risuona già come una hit estiva, contraddistinto da un sound che mantiene le caratteristiche che hanno fatto conoscere il Nucleo al grande pubblico, un bel mix di rock ed elettronica, con testi spesso autobiografici. Si tratta del primo singolo ad anticipare l’uscita del disco OLTRE (prevista per l’estate), registrato al Vox Recording Studio di Andrea Fontanesi, dopo una pausa artistica del quartetto durata qualche anno.

il-nucleo

Andrea Zanichelli (voce e chitarra), Luca Canei (batteria), Mauro Buratti (basso) e Marcello Presi (chitarra) ritornano con dieci tracce di electro-rock-pop” che speriamo di poter ascoltare presto anche su qualche palco, appena questa emergenza sanitaria sarà finita: “Tornare a suonare insieme è stata una cosa naturale-ci fanno sapere- e ci siamo subito trovati in sintonia appena entrati in sala prove. Nel disco le nostre sonorità sono ancora ben riconoscibili e ci sono punti di contatto soprattutto con i nostri primi due dischi  “Meccanismi” ed “Essere Romantico”, disco a cui siamo tutti più legati.

Ci siamo presi la libertà più totale nella stesura dei pezzi, inserendo anche parti strumentali ben marcate, senza preoccuparci della durata dei brani o delle stesure, come avevamo fatto tante volte in passato”. Ricordiamo che nel 2003, all’uscita del primo album, il quartetto riscosse un grande successo e seguirono lunghi tour in giro per l’Italia e importanti collaborazioni, compresa l’apertura ad un live di Lenny Kravitz e quella a Luciano Ligabue (Campovolo, 2002). Ad oggi “Cellule impazzite” e “Cammina con me” (secondo singolo pubblicato) sono entrambi disponibili sulle piattaforme musicali digitali, mentre noi vi regaliamo i loro appunti di viaggio, in attesa che il Nucleo riprenda a girare il mondo, con la loro musica.

Il miglior festival a livello internazionale e il miglior live club?

A livello internazionale bisogna guardare soprattutto all’estero, in Italia non abbiamo festival in grado di garantire cast così vari come ad esempio al Primavera Sound Festival di Barcellona, uno dei festival dove non siamo ancora stati ma che desideriamo tutti vivere: davvero interessante come varietà di line-up e locations. Fra quelli visti invece, c’è sicuramente lo Sziget di Budapest.

————————————-

Primavera Sound

Periodo di svolgimento maggio

Location Parc del Forum: 10 palchi band da tutto il mondo. La spesa? 160 euro per 3 giorni di musica live

——————————————

Sziget Festival

Periodo di svolgimento agosto

Location: Si tratta di un grandissimo festival musicale e culturale che si svolge a Budapest ogni agosto, nato dopo la caduta dell’Unione Sovietica. Il costo per una 7 giorni è pari a 375 euro ma ci sono biglietti giornalieri che costano 65 euro, dipende se si vuole alloggiare in campeggio o fuori.

IL LIVE CLUB PREFERITO DAL NUCLEO

02-wonder

Un live club davvero valido è l’ O2 Institute di Birmingham, ma in tutto il nord Europa ci sono posti davvero fantastici in cui esibirsi o godersi un concerto.

—————-

O2 Institute, 78 Digbeth, Birmingham

Ha aperto nel 1908 e sono diversi i generi musicali proposti

Un negozio di dischi imperdibile?

vintage

Vintage Vinyl, ubicato dentro al Vintage Market di Brick Lane, Londra. Il mercatino, che ospita diversi espositori, è aperto tutti i giorni dalle 11 alle 18, in questa struttura che un tempo ospitava il birrificio della Truman. E’ vicinissimo a Rough Trade, altro punto vendita imperdibile nel quartiere

————————-

Indirizzo: 85 Brick Ln, Spitalfields, Londra

 

Music & food: dove ci portereste per assaporare questo connubio?

lucca

Al Lucca Summer Festival, che si svolge ogni giugno con un cast stellare. Qui si ha la possibilità di godersi un concerto importante in una cornice stupenda, senza dimenticare l’offerta gastronomica di questa città, ubicata non lontano dal mare della Liguria, così come dall’entroterra toscano e dalle Alpi Apuane. Una posizione davvero strategica, che in un raggio di una trentina di chilometri offre diverse possibilità di scelta ad un turista, senza spendere una follia.

Musical tour: luoghi e tappe consigliati?

orvieto

Pensando alle città italiane imperdibili e da riscoprire, consigliamo una tappa al Ferrara Sotto Le Stelle, un festival che si svolge ogni anno in  Piazza Castello, a Ferrara. Negli anni abbiamo visto esibirsi su questo palco Kraftwerk, Arcade Fire ed Editors.

Infine, se si vuol fare un tour musicale invernale segnaliamo l’Umbria Jazz Winter di Orvieto (dicembre-gennaio), manifestazione che rientra nel più noto Umbria Jazz, festival che si svolge ogni luglio con grandi ospiti. Scendendo verso la Capitale le proposte musicali sono tantissime, così come quelle gastronomiche.

 La colonna sonora ideale per il vostro viaggio?

Domanda difficilissima e troppe opzioni di scelta. Nei casi peggiori ci si rifugia nelle varie playlist di Spotify, che a volte suggeriscono anche artisti meno noti da scoprire o approfondire. Uscendo dalla dinamica degli algoritmi e ritornando invece ai dischi usciti negli ultimi anni, quello più “da viaggio” che fa venire in mente lunghi rettilinei da percorrere in auto, in mezzo al deserto  è “Lost In The Dream” dei War On Drugs, un disco bellissimo.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adora cucinare ascoltando John Coltrane, colleziona cappelli e ha un debole per la decade ’60-’70, a cui si ispira nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, si dedica alla musica e alla scrittura da diversi anni. La sua valigia? Grande e 'tappezzata' da adesivi rock

Share This Post On
468 ad
Email
Print