Milkman Sound: amplificatori per chitarre e pedal steel

Pinterest

Amici chitarristi e appassionati rockers oggi, finalmente, vi parlerò degli amplificatori per chitarra elettrica Milkman, raccontandovi la fantastica avventura che mi ha portato a conoscere questo ottimo prodotto, ideato e realizzato personalmente dal musicista californiano Tim Marcus, che tuttora segue la costruzione di questa linea di ampli valvolari. In tanti anni di musica ho spesso sfiorato l’idea di poter realizzare un amplificatore che rispondesse alle mie esigenze di chitarrista, sia in termini di potenza, che di limpidezza del suono. Senza trascurare i problemi di peso e ingombro.

La mia Gibson 135 e il mio ampli Milkman Sound

La mia Gibson 135 e il mio ampli Milkman Sound

Da diversi anni mi sono appassionato ad uno strumento made in USA, la pedal steel guitar, che in termini di amplificazione richiede soluzioni quasi opposte rispetto alla chitarra elettrica. Questo ha reso le mie esigenze ancora più difficili da soddisfare, almeno per un unico prodotto: cercavo un amplificatore che potesse accogliere la grinta di una 6 corde tradizionale, come le dinamiche extra-clean tipiche della pedal, ma in un unico combo.

foto credit Fretboard Journal

foto credit Fretboard Journal

Non mi sono arreso e ho iniziato a fare ricerche in rete, arrivando a questo sito www.milkmansound.com: la gallery, che presenta una serie di amplificatori esteticamente splendidi, mi ha subito conquistato! Il tolex color bianco crema rievoca i vecchi amplificatori Fender Tremolux, Vibrolux o Bandmaster… per me irresistibili!

Uno degli amplificatori Milkman Sound

Solo dopo ho scoperto che l’ideatore di queste meraviglie, un certo Tim Marcus, discende da una famiglia di lattai (da qui il nome Milkman, in onore a tali origini). Chitarrista e steeler, oltre che abile elettrotecnico, ha avviato questa attività in assoluta autonomia non molti anni fa, creando un prodotto unico, che recupera la tradizionale costruzione di ogni singolo amplificatore point-to-point, utilizzando componentistica vintage, NOS e di grande pregio (valvole RCA o Ruby, speakers Jupiter o Celestion).

Tim nel suo laboratorio

Tim nel suo laboratorio

Il modello di punta della sua produzione, il combo 20W completo di tremolo e rerverbero, interamente valvorare, non a caso è stato battezzato Creamer che tradotto significa “crema di latte” o “crema di suono” nel caso di questi ampli! L’idea di Tim è stata quella di sviluppare il sound più fedele, cristallino ma al tempo stesso caldo e pastoso, che possiate immaginare! Gli amplificatori Milkman, escono principalmente in formato Combo, con diversi colori e wattaggi, tra i 20 e gli 85 watt ma esistono anche modelli piccolissimi più adatti ad un uso domestico (1-10 watt). La linea Milkman prevede anche diversi modelli specifici per pedal steel. Detto ciò posso dirvi che ho acquistato e testato personalmente questo ampli, che ancora oggi uso durante i live.

Marco live usa Milkman Sound

Marco live usa Milkman Sound

Tim ha realizzato per me una testata Cremer personalizzata, comoda per il trasporto dagli Stati Uniti all’Italia e pensata per poter essere usata sui due canali disponibili, sia con una normale chitarra elettrica, che con una pedal steel guitar. A quasi quattro anni dall’acquisto vi posso dire che l’amplificatore è versatile e maneggevole, non mi abbandona mai e, come vi dicevo, lo utilizzo sia dal vivo che in studio. Mi ha sempre permesso di ottenere sonorità eccellenti, dinamiche e impareggiabili ad altri ampli che già possedevo o che avevo testato.
Nel frattempo, Milkman è diventato un prodotto assai popolare, apprezzato anche da grandi professionisti come Greg Leisz, John Mayer, Leslie Feist.

Limited Edition

Limited Edition

Nel 2014, nel corso di un viaggio negli Stati Uniti, ho avuto la fortuna di incontrare e ringraziare personalmente Tim, per il capolavoro che ha realizzato per me: bello aver scoperto che dietro alla linea “Milkman” c’è una persona umile e disponibile, che con grande cura e dedizione ha trasformato il sogno di tanti chitarristi in realtà.

Tim e Marco a San Francisco

Tim e Marco a San Francisco

Al di là della bellezza ed eleganza di questi strumenti, che suonano divinamente, i prezzi “importanti” sono comunque più che accettabili, se confrontati a prodotti industriali di larga scala, considerata anche la manodopera e il pregio dei componenti. Certo, non essendo ancora regolarmente esportati in Italia, conviene fare due calcoli relativi a spese di spedizione e dogana, magari approfittando di un momento di cambio favorevole rispetto al dollaro USA. Ancora meglio approfittate di una vacanza in California per poterli testare personalmente!

—————————

Link Utili: sito ufficiale e pagina FB

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Marco Parmiggiani

Author: Marco Parmiggiani

Musicista attivo dal ’97 nella band novellarese dei “Rufus Party” e da tempi più recenti presente anche nell’organico di “Stoop” e “Grande Orquestra de la Muerte”. All’attivo anche collaborazioni in studio con Omar Pedrini (Timoria), Mao (già Mao e la Rivoluzione). E’ un grande collezionista di vinili, compilations funky e soul e quando può, si rilassa suonando la sua pedal steel _____________________________________________________________________ Rufus Party's guitarist since 1997, recently He's playing with STOOP (indie band) and 'La Grande Orquestra de la Muerte' . He has collaborated with the famous italian rock artist Omar Pedrini (Timoria) and the singer Mao (Mao e La Rivoluzione). He' s a great vinyl and funky & soul music collector; when he's at home, he likes to relaxing by playing his pedal steel guitar

Share This Post On
468 ad

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Email
Print