LAUREA AD HONOREM A PATTI SMITH

Pinterest

«Ho sempre amato i libri. Da bambina ero affascinata da questi oggetti che mia madre e mio padre tenevano in mano e osservavano così attentamente. Mi chiedevo cosa ci fosse in loro e che cosa significavano tutte quelle misteriose parole. Lo volevo sapere con tutto il cuore, e molto prima di cominciare la scuola, pregai mia madre di insegnarmi a leggerli. Mia madre non aveva mai terminato la scuola superiore. Lavorava come cameriera. Tuttavia fu lei la mia prima vera insegnante, colei che mi ha rivelato i grandi segreti di ciò che si trovava nelle pagine di un libro»

foto di Gloria Annovi

Patti e il Rettore Borghi, Foto di Gloria Annovi

E’ con questa parole che mercoledì, 3 maggio, presso l’Auditorium Paganini di Parma, Patti Smith ha aperto la sua lectio doctoralis intitolata Higher Learning, testimonianza tangibile del suo amore per libri, arte e letteratura. L’occasione era naturalmente il suo conferimento della laurea magistrale ad honorem in Lettere classiche e moderne, da parte dell’Università di Parma. Bello poter vedere dal vivo i suoi occhi curiosi scrutare il pubblico e i docenti in sala. I lunghi capelli ormai bianchi le accarezzano il volto, terminando in una treccia scoposta. Il suo discorso è stato accompagnato da quattro passaggi del documentario Patti Smith: Dream of Life, ritratto d’artista firmato da Steven Sebring.

patti smith

foto di Gloria Annovi

«Quando ero giovane-continua la Smith- sognavo di frequentare una grande università e di avere accesso alle grandi biblioteche del mondo. Ma venendo da una famiglia povera, non c’era denaro per realizzare questi obiettivi e non avevo le capacità accademiche necessarie per vincere una borsa di studio. Ma questo sogno ha sempre vissuto in me. Ricevere questo titolo oggi mi connette profondamente con una delle nostre grandi istituzioni di istruzione superiore e di ciò vi sono molto grata. Più che mai, ciò mi ispira a potenziare al massimo le qualità che ci permettono di evolvere, migliorare e continuare ad accrescere la nostra saggezza. Queste qualità includono la disciplina, l’entusiasmo, la gratitudine per la nostra forza vitale, e il rispetto per il tempo che ci resta sulla terra».

foto di Gloria Annovi

foto di Gloria Annovi

foto di Gloria Annovi

foto di Gloria Annovi

La sala è piena e prima di lei è stata la musica dei grandi compositori italiani a riempire il vuoto del grande auditorium dedicato al maestro Paganini. Poi è toccato alle relazioni del rettore Loris Borghi, di Massimo Magnani (Presidente del corso di laurea magistrale in Lettere Classiche e Moderne) e del Diego Saglia, Direttore del dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali.

foto di Gloria Annovi

foto di Gloria Annovi

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Diego Saglia, il Rettore Loris Borghi e Patti SMith foto di Gloria Annovi

Nel corso della lectio Patti Smith ha inoltre letto il capitolo “The Hour of Noon” del suo libro M Train, intorno al quale ruota la mostra Higher Learning in corso fino al 16 luglio al Palazzo del Governatore di Parma, il testo del suo famoso singolo People Have the Power e la poesia Footnote to Howl di Allen Ginsberg.

Vi lascio il link per vedere l’intera cerimonia!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

foto di Gloria Annovi

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

foto di Gloria Annovi

Complimenti a Patti, che ha saputo trasformare il suo amore per i libri in un dono per la musica.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Gloria Annovi

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adora cucinare ascoltando John Coltrane, colleziona cappelli e ha un debole per la decade ’60-’70, a cui si ispira nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, si dedica alla musica e alla scrittura da diversi anni. Non vivrebbe senza il suono della pedal steel guitar e vorrebbe vivere a Nashville (USA), con il suo compagno. Seguimi in questa mia nuova avventura! ______________________________________________________________________ Hi, I'm Gloria and I'm a journalist. I love cooking with the sound of John Coltrane. I’m collect hats, I love the style of the 60s and 70s and I have a special passion for vintage clothing. I’ve been a DJ since 2003, working in different radio stations in my country and as a freelance. I could never live without the pedal steel sound and I dream of living in Nashville (TN) with my boyfriend Marco. My last web project is the site www.remark-re.it, a virtual guide of my city, Reggio Emilia (IT). Follow my new musical adventures on Musicpostcards.it

Share This Post On
468 ad

1 Comment

  1. Everyone loves what you guys tend to be up too. Such
    clever work and exposure! Keep up the awesome works guys I’ve included you guys to my
    blogroll.

    Post a Reply

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Email
Print