La Top 5 dei… Denis The Night & The Panic Party

Pinterest

Riprendono le nostre TOP5 e oggi i nostri ospiti sono Denis The Night & The Panic Party  reduci da un tour europeo che ha toccato di recente anche le città di Barcellona (Primavera Sound Festival) e di Manchester (Indie Music Week) grazie al loro primo e fortunato album omonimo.

Ph di Giulia Delprato

Ph di Giulia Delprato

Nati nel 2014, distanti da ogni etichetta di genere, il trio si presenta al pubblico con un potente sound: un mix di elettronica, psichedelia e shoegaze. Vista l’energia che sprigionano i loro pezzi la stampa ha definito i loro album come “un viaggio senza uso di droghe: un trip, lungo e piacevole”

I marchigiani DN&PP si divertono a sperimentare suoni ricavandoli a volte, dai più svariati strumenti/oggetti di uso comune, come bottiglie o tubi di ferro con i quali creano loop da mandare in sequenza. Grazie alla loro musica, apprezzata soprattutto nel nord Europa, il trio ha avuto modo di viaggiare molto per portare in giro la propria musica o per diletto.

Ecco  allora la Top5 di viaggio dei Denis The Night & The Panic Party, buona lettura!

 

Il miglior festival a livello internazionale e il miglior live club?  

primaverasound

Primavera Sound Festival

Beh , ce ne sono tanti… uno di questi è il Primavera Sound Festival di Barcellona, al quale questo 2015 abbiamo avuto la fortuna di partecipare. Una line up spettacolare! Suonare dopo i Black Keys e ritrovarsi davanti ad un pubblico che ha ancora voglia di ballare (e che lo fa sulla tua musica) è semplicemente unico.

Un negozio di dischi imperdibile?

11745587_1104151426280362_5244913891014432839_n

L’interno del negozio di dischi Balades Sonores

Vorremmo segnalare un piccolo e fornitissimo negozio di dischi che si trova nel cuore di Pigalle, Parigi: Le Balades Sonores. Vanta anche una buona selezione di vinili. Lo scorso anno, nel bel mezzo del festival del MaMa, ci siamo passati e, per curiosità, gli abbiamo chiesto se potevamo lasciare un paio di cassette del nostro live (sì cassette, in Francia hanno addirittura la classifica delle nuove uscite in cassetta). Il proprietario, senza farsi pregare , le ha inserite nell’ impianto del locale a tutto volume e poi ci ha chiesto: belle, a quanto le vendo ? Indimenticabile!

—————————————————–

Le Balades Sonores

1 avenue Trudaine 75009 Paris
Aperto dal lundi al sabato, dalle 11 alle 20

info@baladessonores.com
Tel 01 83 87 94 87
Métro: Anvers-Barbès-Cadet

 

 

Music & food: dove ci invitereste? (per assaporare questo connubio)

Olive ascolane

Nelle Marche, in questo non abbiamo bisogno davvero di fuggire dalla nostra terra.

Una settimana da queste parti, a mangiare quel che capita e dove capita, che non puoi che trovarti bene, e poi la sera, a ridosso del week-end abbinarci magari un bel concertino psichedelico a Dalla Cira o al Circolove di Pesaro.

 

 Musical tour: luoghi e tappe consigliati?

Off Festival, Polonia Ph credit heretoday.dk

Off Festival, Polonia Ph credit heretoday.dk

L’inghilterra e Londra in primis, che ci ha sempre ospitato volentieri. Siamo legati a questa terra che vediamo un pò come nostra, poi Barcellona, Manchester, Parigi, Paesi Baschi.

In futuro speriamo di visitare in prima persona anche la Polonia: ci sono un sacco di festival notevoli tipo il Tauron e l’OFF. Desiderio di ogni musicista è ovviamente andare in Cina e in Giappone…vedremo cosa ci riserverà il futuro ma senz’altro, se non come musicisti, ci andremo come visitatori.

 

La colonna sonora ideale per il vostro viaggio?

The inevitable end Röyksopp; Before and after science di Brian Eno; Closer Joy Division; Scary World Theory Lalipuna e qualche canzone a caso in radio, fra molte banalità si becca sempre qualche perla finita nel dimenticatoio.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Gloria Annovi

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adora cucinare ascoltando John Coltrane, colleziona cappelli e ha un debole per la decade ’60-’70, a cui si ispira nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, si dedica alla musica e alla scrittura da diversi anni. La sua valigia? Grande e 'tappezzata' da adesivi rock

Share This Post On
468 ad

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Email
Print