La TOP5 di I am Oak

5 domande, proposte ad artisti o addetti ai lavori. 5 suggerimenti che ci portano a scoprire le location preferite da giornalisti o artisti del panorama internazionale. UNA TOP FIVE per passare il tempo a suon di musica

—————————————————————————————————————–

Il 23 Ottobre 2016 è uscito in tutto il mondo “Our Blood”, il nuovo album del progetto I Am Oak del musicista olandese Thjis Kujken. Dopo l’Europa (con la Snowstar Records) è infatti approdato anche al mercato nipponico attraverso la Sign-pole Records Inc di Uemura Akio

Pic by Angelina Hartmann

Pic by Angelina Hartmann

L’album è stato scritto e registrato in vari studi casalinghi tra Utrecht, Parigi e Brema e proprio mentre viaggiava il bravo artista olandese ha avuto fulminanti spunti per il suo lavoro.

La sua Utrecht viene citata anche nei suoi consigli di viaggio per noi di Musicpostcards. Una TOP5 che ci fa scoprire interessanti Festival musicali nei Paesi Bassi e nuovi gruppi di musica indipendente

I Am Oak sembra aver apprezzato parecchio anche il nostro Bel Paese, che ha potuto visitare grazie ad un tour tra ottobre e novembre 2016. 

Il miglior Festival e il miglior Live Club?

Rimaniamo in Olanda per la prima domanda! Ci sono tanti, tanti grandi festival internazionali qui, a partire da quelli estivi, all’aperto, con ospiti importanti come Best Kept Secret e Into the Great Wide Open (questo si tiene su di un isola nella costa settentrionale dell’Olanda) fino ad alcuni eccellenti festival al chiuso, che offrono un programma eclettico con varie gemme nascoste da scoprire come “Incubate” e “Le Guess Who?”

—————————————-

Il Best Kept Secret si svolge solitamente a giugno nei pressi di Hilvarenbeek. I biglietti per un week-end costano sino a 170 euro e il genere proposto va dal pop, al rock passando dalla musica elettronica

Into The Great Wide Open Festival si svolge ogni settembre presso Vlieland (Paesi Bassi) ed è un festival omaggio alla figura e all’arte di Tom Petty (il nome riprende quello di una canzone di Petty). Qui si omaggiano però anche arte e natura!

Downfall of Gaia & Hope Drone davanti al dB's

Downfall of Gaia & Hope Drone davanti al dB’s

E’ difficile nominare solo un migliore club. Comunque citerò quello che è importante per me. I primo concerto ufficiale di I Am Oak (da solo e super nervoso, non ho mai aperto gli occhi durante l’esibizione) è stato un un piccolo locale a Utrecht chiamato dB’s. E’ un gran bel posto con gente fantastica. Offre ad Utrecht il meglio della scena emergente e underground da tutto il mondo.

————————————

 dB’s

CAB Rondom 100
3534 BE Utrecht
info@dbstudio.nl
030-2938209

 

Un negozio di dischi da non perdere

Credit foto site Freiheit und Roosen records shop

Credit foto site Freiheit und Roosen records shop

Non so se devo rimanere in Olanda, in questo caso, ma il primo negozio di dischi che mi viene in mente è Freiheit und Roosen, nominato in questo modo perché si trova all’incrocio tra Kleine Freiheit e Paul Roosen Strasse ad Amburgo, in Germania. Ogni volta che suono ad Amburgo faccio una visita a questo negozio. E’ letteralmente stipato di dischi, nuovi e usati, è c’è sempre qualcosa di buono da scoprire!

——————————————————-

Freiheit und Roosen

Kleine Freiheit, 80 Amburgo

Telefono +49 40 23549339

Aperto dal lunedì al sabato dalle 11 alle 19

Vende CD, DVD, Vinile nuovo e usato

Musica e cibo (un perfetto connubio): il tuo locale preferito?

credit foto Cafè Kairo

credit foto Cafè Kairo

Ci piace dare un voto al cibo che ci capita di mangiare prima dei nostri concerti e credo che il punteggio sia andato ad un locale di Berna in Svizzera chiamato Cafè Kairo. Abbiamo cominciato a dare voti  solo dopo il nostro ultimo tour in Italia; altrimenti il punteggio più alto sarebbe stato assegnato proprio in Italia, ovviamente!

———————————–

Cafè Kairo

Dammweg 43, Berna

Telefono: +41 31 330 26 25

kairo@lorraine.ch

Viaggio musicale : quali luoghi ci suggerisci?

Plato (credit foto FB)

Plato record & live Shop (credit foto FB)

Un viaggio musicale attraverso Utrecht vi porterebbe al Village Coffee & Music per una ottima tazza  di caffè (fanno ottima musica nel loro shop, supportando artisti locali, allestendo anche una vendita occasionale) per poi arrivare da Plato Utrecht (Voorstraat, 35 Utrecht)dove potrete comprare un po’ di dischi e poi finire da EKKO per la cena (è un locale ma anche un ristorante). Se non trovate musica live qui, potrete spostarvi da TivoliVredenburg o farvi una birra o un cocktail da Het Gegeven Paard e finire qui la serata. Tutti a due passi l’uno dall’altro.

 

La colonna sonora ideale per un viaggio 

Ho sempre ascoltando molto i Little Wings mentre viaggiavo. Questa musica mi fa sognare e mi rilassa metre viaggio. Il nuovo album “Explains” è perfetto mentre si è alla guida o si sta seduti sul treno. “Benji” di Sun Kil Moon è eccellente per i viaggi perché le storie che racconta nelle canzoni di  danno la sensazione di ascoltare un libro, cosa molto gradevole e che fa passare il tempo velocemente!

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adoro cucinare ascoltando John Coltrane, colleziono cappelli e ho un debole per la decade degli anni Sessanta e Settanta, a cui mi ispiro nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, mi dedico alla musica e alla scrittura da diversi anni. La mia valigia? Grande e 'tappezzata' da adesivi rock

Share This Post On