La TOP5 di Paolo Fresu

Pinterest

Mentre trascrivo questa intervista penso all’approccio che ha Paolo Fresu verso la musica. Osservandolo durante le sue esibizioni si ha la sensazione che non esistano confini tra lui è ciò che gli sta intorno. Che sia la natura, il pubblico o i musicisti con cui gira il mondo da anni. Fresu ha l’innata capacità di assorbire tutte le energie del mondo e di trasformarmarle con la sua tromba, in vibrazioni armoniche. Anche quando improvvisa o fa uso di un piccolo rack-multieffetto per sperimentare nuove melodie.

IMG_1087

Abbiamo avuto la fortuna di vederlo suonare recentemente insieme al pianista Uri Caine, in occasione di una serata benefica organizzata dall’Onlus CHV di Suzzara. Scalzo, con una camicia hawaiana arotolata sui polsi, ha regalato al pubblico presente più di due ore di musica. Oltre che un bravissimo artista di fama mondiale, Fresu è infatti anche molto generoso, non solo con il suo pubblico, ma anche con la stessa musica, che tratta con delicatezza, garbo e rispetto. Quasi fosse qualcosa di estremamente sacro e prezioso. Docente e responsabile di diverse importanti realtà didattiche nazionali e internazionali, ha suonato in ogni continente e con i nomi più importanti della musica degli ultimi 30 anni: Gil Evans Orchestra, Toots Thielemans, Omar Sosa, Carla Bley, Steve Swallow, Dave Douglas, J. Taylor, K. Wheeler… e ha registrato oltre trecentocinquanta dischi di cui, oltre ottanta a proprio nome.

Paolo Fresu con il pianista Uri Caine, foto di Gloria Annovi

Paolo Fresu con il pianista Uri Caine, foto di Gloria Annovi

Inoltre, nel 2010 ha aperto la sua etichetta discografica Tŭk Music e da alcuni anni dirige il Festival Time in jazz’ di Berchidda (sua città natale), che speriamo di vedere presto! Se avete voglia di scoprire qualcosa di più sulla sua vita vi informo che è da poco uscito la sua autobiografia dal titolo: “La musica siamo noi” (il Saggiatore) ma oggi Paolo Fresu è qui per lasciarci i suoi indirizzi preferiti. Raccolti durante anni di tour in giro per il mondo. Grazie Paolo, sei speciale!

 

Il miglior festival a livello internazionale e il miglior live club?

Festival: Montréal

Il più grande festival del nord America con grandi spazi all’aperto per centinaia di migliaia di persone ma anche spazi medi e piccoli a misura d’uomo dove sia musicisti che pubblico si sentono a casa

Credit foto www.japantimes.co.jp

Credit foto http://www.japantimes.co.jp

Live Club: Blue Note Tokyo

Organizzazione nipponica unita a professionalità e ospitalità

————————–

INDIRIZZI

—————————

Da più di 30 anni il Montreal Jazz Festival offre il meglio della musica jazz nei suoi 10 giorni di concerti, tra palchi a cielo aperto e club. Quando? Tra la fine di luglio e i primi giorni di agosto.

Blue Note 6-3-16 Minami Aoyama Bldg Hikaru, Tokyo
 Telefono +81 3-5485-0088
All’interno del club è possibile cenare

 

Un negozio di dischi imperdibile?

Vinili. Foto di Gloria Annovi

Vinili. Foto di Gloria Annovi

Calboli a Forlì

Storia e passione. Un ex negozio di elettrodomestici trasformato nel tempo in negozio prima di grammofoni e poi di dischi. In realtà dovrei citarle anche molti altri: tutti quei negozi italiani coraggiosi che, nonostante la crisi del disco, continuano a vendere come si faceva una volta incuriosendo gli appassionati con altri ascolti. Idea rubata dai complicati softwear di I-Tunes di altre piattaforme di download ma molto più freddi

—————————–

Calboli Dischi

Corso Mazzini, 115 Forlì

Vende CD, DVD e vinili

Tel 0543 29156

www.calbolidischi.com

 

Music & food: dove ci inviteresti a cena per assaporare questo connubio?

"Artist Cocktail" Foto credit BLue Note Tokyo

“Artist Cocktail” Foto credit BLue Note Tokyo

Ancora una volta al Blue Note Tokyo

Offre diversi ristoranti, tra cui uno italiano di grande qualità e servono persino un ‘cocktail ‘composto’ dal sottoscritto. Grande selezione di vini. All’entrata un dossier sulle intolleranze alimentari. Si ricorderanno di te anche dopo anni senza dovere più chiedere!

 

Musical tour: luoghi e tappe consigliati?

Paolo Fresu durante un'edizioe del suo Time in Jazz, festival sardo che si svolge ogni agosto a Berchidda

Paolo Fresu durante un’edizioe del suo Time in Jazz, festival sardo che si svolge ogni agosto a Berchidda

Difficile scegliere in una grande e ricca proposta internazionale. Ciò detto, consiglierei i festival e le rassegne italiane del periodo estivo. Perché uniscono ottima musica alla storia di territori straordinari, che offrono grande eno-gastronomia e accoglienza. Provare per credere. Ma soprattutto fate un primo viaggio nel sito ITALIAJAZZ.IT, uno dei più completi portali sul jazz del mondo… fatto da italiani…

La colonna sonora ideale per il tuo viaggio?

Festival jzz Canada

. Di tanto in tanto un jazz d’annata con Miles Davis, John Coltrane, Bill Evans e Billie Holiday

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Gloria Annovi

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adora cucinare ascoltando John Coltrane, colleziona cappelli e ha un debole per la decade ’60-’70, a cui si ispira nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, si dedica alla musica e alla scrittura da diversi anni. Non vivrebbe senza il suono della pedal steel guitar e vorrebbe vivere a Nashville (USA), con il suo compagno. Seguimi in questa mia nuova avventura! ______________________________________________________________________ Hi, I'm Gloria and I'm a journalist. I love cooking with the sound of John Coltrane. I’m collect hats, I love the style of the 60s and 70s and I have a special passion for vintage clothing. I’ve been a DJ since 2003, working in different radio stations in my country and as a freelance. I could never live without the pedal steel sound and I dream of living in Nashville (TN) with my boyfriend Marco. My last web project is the site www.remark-re.it, a virtual guide of my city, Reggio Emilia (IT). Follow my new musical adventures on Musicpostcards.it

Share This Post On
468 ad

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Email
Print