3 mercatini delle pulci dove acquistare dischi in Italia

Pinterest

Abbiamo già avuto modo di parlarvi di alcuni dei nostri mercatini delle pulci preferiti, sia in Italia che all’estero. Come avrete capito siamo infatti da sempre sostenitori dell’acquisto vintage, anche quando si parla di vinili o strumenti.

Marco in cerca di vinili

Marco in cerca di vinili

Ecco allora altri 3 consigli per il vostro shopping-rock low cost. Vi servirà solo un pò di tempo, una buona cultura musicale (per non rischiare la fregatura) e un pò di fortuna, il materiale in buone condizioni che circola in Italia si è infatti dimezzato negli ultimi anni, ma restano comunque ancora tanti dischi in giro per il mondo, che non aspettano che voi!

 

BISTRO’MERCATO DELLE PULCI DI AREZZO

Bowie ad un mercatinio vintage

Bowie ad un mercatinio vintage, foto di Gloria

Partiamo con la lettera A di Arezzo, dove ogni terza/o quarta domenica del mese si tiene il mercatino delle pulci del locale Bistrò. L’evento nasce da un’organizzazione di privati ma trova immediatamente anche il riscontro e sostegno dell’amministrazione, che lo aiuta a diventare un appuntamento fisso e sentito. Si svolge all’aperto, presso i giardini di Campo di Marte (dietro alla Stazione Ferroviaria) e d’inverno potrebbe subire qualche pausa causa maltempo. Il progetto, con finalità sociali e culturali, è comunque meritevole e regala l’opportunità ad hobbisti e privati di svuotare le proprie soffitte, acquistando o scambiando merce di ogni genere. Si trovano in vendita anche dischi e oggetti retrò interessanti, senza contare che durante il mercato si organizzano anche eventi collaterali come concerti, mostre o attività ludiche per i più piccoli. Un tipico mercatino delle pulci

Visita il sito per essere informato su tutti gli appuntamenti

MERCATINO DI BRERA

Capi vintage, foto di Gloria

Capi vintage, foto di Gloria

Si tratta del più antico mercatino di Milano, la sua nascita risale infatti al 1981, anno di forte esplosione economica per la Lombardia. Erano gli anni dei paninari e dei mangiacassette. Da allora l’appuntamento si tiene nel cuore della città, in questo storico quartiere all’angolo con Corso Garibaldi, ogni terza domenica del mese. La maggior parte dei rivenditori vende bigiotteria, gioielli antichi o abiti, ma siamo certo abituati alla cosa, poichè nei mercatini italiani i dischi (se non si tratta di fiere)  hanno sempre un piccolo spazio secondario. Come per il mercatino dei Navigli anche qui a Brera i prezzi non sono proprio econimici, ma se siete in città resta un mercatino caratteristico da visitare…. bhè, eccolo! Durante la passeggiata tra i banchi troverete sicuramente un posto caldo in cui rifugiarvi per un caffè e una pasta. In alternativa le fanciulle potranno perdersi tra vetrine alla moda, tipiche di una delle capitali più glamour d’Europa. Il mercato apre dalle ore 9 alle ore 18

EAST MARKET MILANO

Credit foto East Market

Credit foto East Market

Restiamo a Milano, città che di mercatini vintage ne sa qualcosa. Uno dei più modaioli della città è sicuramente l’EAST MARKET di Lambrate, aperto nel 2014 e oggi mecca per gli hipster del nord Italia. Se siete abituati a viaggiare avrete notato che il nome è un omaggio ai flea market londinesi. A est della capitale britannica infatti, si trovano gli angoli più amati dai giovani in cerca di nuove tendenze in campo di stile e musica. Vedi Brik Lane e la già citata Shoreditch. L’appuntamento milanese si tiene una volta al mese, dalle 10 del mattino alle 21 di sera e sono più di 250 gli espositori presenti. Chiunque può partecipare (lo stand costa 100 euro) e in vendita si trova abbigliamento stiloso, dischi, giocattoli, gioielli o libri. L’entrata è libera e ad intrattenere il pubblico ci sono dj set e angoli gastronomici di street food. Se volete partecipare o sbirciare tra gli stand vi informiamo che il mercato è al coperto, poichè si svolge in un vecchio stabile in disuso, al civico 14 di Via Ventura. Un buon motivo per uscire dal centro città e scoprire angoli della periferia.

Cerca le date del mercatino e altre info qui

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Gloria Annovi

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adora cucinare ascoltando John Coltrane, colleziona cappelli e ha un debole per la decade ’60-’70, a cui si ispira nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, si dedica alla musica e alla scrittura da diversi anni. La sua valigia? Grande e 'tappezzata' da adesivi rock

Share This Post On
468 ad

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Email
Print