La Top5 del giornalista musicale Ernesto Assante

Pinterest

5 domande, proposte ad artisti o addetti ai lavori. 5 suggerimenti che ci portano a scoprire le location preferite da giornalisti o artisti del panorama internazionale. UNA TOP FIVE per passare il tempo a suon di musica

———————————————————————————————————————–

Ci sono voci che accompagnano la nostra esistenza da sempre, pur non facendone parte. Da anni mi sembra di chiacchierare con il giornlista e critico musicale Ernesto Assante, tanto ho letto nei suoi libri, articoli e appreso attraverso le sue lezioni musicali tra auditorium e onde radio. Intervistarlo era uno degli obbiettivi che mi ero prefissata per il 2017 e finalmente, grazie ad una visita alla casa di Lucio Dalla, di cui Assante ne era la preziosa guida, ce l’ho fatta!

ernesto-assante-tvblog

La sua carriera giornalistica inizia nel 1978, quando comincia a collaborare come critico musicale presso Il Manifesto per poi arrivare in pochi anni a La Repubblica, dove è stato caporedattore e per cui attualmente lavora come inviato. Da segnalare anche le lunghe collaborazioni con Epoca, L’Espresso, Rolling Stone e il sodalizio professionale con il collega Gino Castaldo, coautore di programmi radio e pubblicazioni, nonché inseparabile compagno del progetto itinerante Lezioni di RockNella sua lunga carriera ha trovato anche il tempo di curare importanti programmi musicali televisivi, senza trascurare le collaborazioni con artisti e volti noti dello spettacolo (vedi Renzo Arbore o mamma RAI). Dal 2010 è una delle voci di Radio Capital, network al quale è approdato dopo aver  insegnato “Teoria e tecnica dei nuovi media” ed in seguito “Analisi dei linguaggi musicali”, alla facoltà di Scienze della comunicazione dell’università la Sapienza a Roma.  La passione per The Who e  Beatles lo hanno portato spesso a viaggiare nel Regno Unito, ma il suo negozio di dischi preferito si trova a pochi passi dalla ex casa dei Grateful Dead, a San Francisco, in un quartiere hippy dalle coloratissime case in stile vittoriano. A voi la Top 5 di Ernesto Assante!

Il miglior festival a livello internazionale e il miglior live club?

Credit foto http://assets.nydailynews.com/

Credit foto assets.nydailynews.com

Il festival che al giorno d’oggi amo di più è il Primavera Sound di Barcellona La ricchezza dell’offerta musicale, la possibilità di ascoltare dal vivo moltissime nuove proposte, la bellezza della città, rendono il festival assolutamente imperdibile. Poi, essendo io un vecchio nostalgico, apprezzo ancora un caposaldo come Glastonbury, chi ama la musica dovrebbe andarci almeno una volta nella vita.

——————————————————

Primavera Sound

Periodo di svolgimento maggio

Location Parc del Forum: 10 palchi band da tutto il mondo. La spesa? 160 euro per 3 giorni di musica live

——————————————————-

Il Glastonburt Festival

Periodo di svolgimento giugno

Il festival si tiene a Pilton, a circa 10 km da Glastonbury nel Somerset in Inghilterra e dura 3 giorni. Impressionante il numero di esibizioni nell’arco di una giornata. Tra gli ospiti dell’edizione 2017 anche adiohead Katy Perry,
Foo Fighters, Ed Sheeran, The xx, The National e First Aid Kit!

IL CLUB

Credit foto https://c2.staticflickr.com/

Credit foto c2.staticflickr.com

Il club? Oh, i tempi sono cambiati, tanti anni fa avrei detto il Marquee a Londra, oggi non saprei, devo dire la verità, ne frequento molti, ma nessuno in maniera tanto costante da poter dire che sia il migliore. Diciamo che ce ne sono troppo pochi, il miglior club, dunque, è quello che apriranno la prossima settimana….

————————————–

Il Marquee a Londra, è un club londinese che negli anni Sessanta ha visto il suo massimo splendore. Tanti gli artisti passati nel locale di Soho: Pink Floyd, The Who, Buddy Guy, David Bowie, Led Zeppelin, Rolling Stones… Il genere che proponeva era principalemte il blues e il jazz ed era una seconda casa per Jimi Hendrix, che abitava poco lontano dalla storica sede del Marquee.

 

Un negozio di dischi imperdibile? 

Amoeba in San Francisco ph Gloria

Amoeba in San Francisco ph Gloria Annovi

Ne segnalo più di uno. A San Francisco Amoeba, alla fine di Haight, una volta entrati è difficile uscirne. A Londra ce ne sono ancora molti, imperdibili Reckless Records e Sister Ray. 

———————————————

Amoeba Music: 855 Haight St, San Francisco

Sister Ray: 5 Berwick St, Soho, Londra

Reckless Records: Berwick Street Market, 30 Berwick St, Soho, Londra

Music & food: dove ci inviteresti per assaporare questo connubio?

Locandina edizione 2017

Locandina edizione 2017

Collisioni, a Barolo. La perfezione, non solo ovviamente perchè in parte lo curo io. Ottimo vino, grande cibo, bei concerti, e bellissimi incontri con artisti.

————————————————-

Collisioni, il festival AgriRock, si svolge ogni anno a Luglio in quel di Barolo e unisce musica, letteratura e buon vino.

Musical tour: luoghi e tappe consigliati?

San Francisco, foto di Gloria Annovi

San Francisco, foto di Gloria Annovi

Londra, sempre e ovunque. E’ e resta la capitale della musica. Negozi, club, ristoranti, concerti, c’è tutto. Mangiare scegliendo la propria musica da Ed’s, tagliarsi i capelli da Tommy Gun, vestirsi da Ben Sherman, quindi andare al Ronnie Scott, al Koko,  o dove vi pare!

E poi San Francisco… Innanzitutto Haight Ashbury, quartiere in cui si trova l’ex casa dei Grateful Dead e poi la libreria di Ferlinghetti, il caffè di Francis Ford Coppola. Insuperabile

La colonna sonora ideale per il tuo viaggio?

Gli Who

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Gloria Annovi

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adora cucinare ascoltando John Coltrane, colleziona cappelli e ha un debole per la decade ’60-’70, a cui si ispira nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, si dedica alla musica e alla scrittura da diversi anni. Non vivrebbe senza il suono della pedal steel guitar e vorrebbe vivere a Nashville (USA), con il suo compagno. Seguimi in questa mia nuova avventura! ______________________________________________________________________ Hi, I'm Gloria and I'm a journalist. I love cooking with the sound of John Coltrane. I’m collect hats, I love the style of the 60s and 70s and I have a special passion for vintage clothing. I’ve been a DJ since 2003, working in different radio stations in my country and as a freelance. I could never live without the pedal steel sound and I dream of living in Nashville (TN) with my boyfriend Marco. My last web project is the site www.remark-re.it, a virtual guide of my city, Reggio Emilia (IT). Follow my new musical adventures on Musicpostcards.it

Share This Post On
468 ad

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Email
Print