La Top5 di Chrysta Bell, la musa di David Lynch

Pinterest

5 domande, proposte ad artisti o addetti ai lavori. 5 suggerimenti che ci portano a scoprire le location preferite da giornalisti o artisti del panorama internazionale. Una Top5 per passare il tempo a suon di musica

————————————————————————————————————–

Di ritorno dalle ferie riprendiamo a curare anche la nostra rubrica Top5 nata per consigliarvi, non solo interessanti artisti, ma anche i loro posti preferiti, che potrete così decidere di visitare virtualmente o fisicamente. La nostra nuova ospite si chiama Chrysta Bell, 38enne ativa del Texas. Modella, attrice e cantante la Bell torna al lavoro con il maestro del cinema David Lynch, per l’uscita dell’ EP dal titolo “Somewhere in the Nowhere”.

chrystabell-highres-RuiAguiar

I brani contenuti nell’EP sono stati infatti tutti scritti e prodotti da Lynch. La loro collaborazione nasce nel 2011, anno di uscita del suo album d’esordio, già allora scritto e prodotto da Lynch. Nel 2007 la Bell aveva partecipato alla colonna sonora di “Inland Empire” e oggi è uscita la conferma che ci sarà anche lei nella nuova serie di “Twin Peaks” in uscita il prossimo 2017

Cosa ha detto David Lynch in merito alla cantante: “La prima volta che l’ho vista esibirsi ho pensato che fosse un’aliena. La più bella aliena di sempre.” “Christa Bell non è solo una perfomer strepitosa, ha anche una spettacolare abilità intuitiva nel cogliere uno stato d’animo e trovarne la giusta melodia”.

Nel 2017 è attesa anche ‘uscita del suo nuovo album – prodotto da John Parish (PJ
Harvey) – che avrà come ospiti Adrian Utley dei Portishead, il tastierista Geoff Downes
degli Asia a degli Yes e il chitarrista drone metal Stephen O’Malley dei Sunn O))).
Chrysta sarà in Italia per un’unica data il 23 Ottobre a Napoli per il progetto Made in
Cloister. Uno spettacolo da non perdere nel quale potrete vedere il talento di Chrysta
sia in ambito musicale che recitativo, in tutta la sua eleganza e passionalità.

E ora… buona lettura: ecco i consigli di viaggio di Chrysta Bell!

 

Il miglior Festival a livello internazionale e il miglior live club?

Credit foto musicfeed.com

Credit foto musicfeed.com

Partiamo con i festival: vi consiglio il Dark Mofo Fest di Hobart, Tasmania

——————

Dark Mofo Fest di Hobart

Si tratta di un festival australiano, che si tiene ogni giugno dentro al noto museo locale  MONA (Museum of Old and New Art) per il giorno del solstizio d’inverno (sì, siamo in Australia…). Cosa comprende? Musica, installazioni, proiezioni di film noir e feste notturne

credit foto www.tripstance.com

credit foto www.tripstance.com

Sul versante live club sono invece a segnalare il Continental Club di Austin, Texas, la mia terra natale

———————————

Continental Club

1315 Congress Ave, Austin, Texas

Telefono: +1 512-441-2444
E’ uno dei locali storici della città, che richiama turisti e appassionati di folk, rock, jazz, che qui trovano ben  due live a serata

Un negozio di dischi imperdibile

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

credit foto  Wikipedia

Robot Monster Guitar and Collectibles  (517 E Woodlawn Ave), a San Antonio, Texas

—————

Il negozio vende e acquista dischi, strumenti, pedalini e altri strumenti particolari. Un posto bizzarro

Music & Food: dove ci porti a cena?

Sicuramente da Supperclub Amsterdam (Singel 460 Amsterdam), dove ti servono un cocktail non su tradizionali tavoli ma ampi divani bianchi

———————-

Supperclub Amsterdam

Singel 460 Amsterdam

Aperto tutte le sere dalle ore 19,30

E’ considerato uno dei posti più bizzarri al mondo, dove ad intrattenerti puoi trovare equilibristi, cantanti o ballerini. Ogni serata è a tema ed è sempre una sorpresa. Tra gli ospiti passati di qui anche la compianta AMy Winehouse

 

Musical tour: luoghi e tappe consigliate?

Il Voodoo Rooms

Il Voodoo Rooms

L’eccentrico cockyailbar di Parigi Le Carmen (  34 Rue Duperré) nel quartiere di Pigalle e poi il MusicBox di Lisbona (R. Nova do Carvalho 24), un club in pieno centro storico, ai piedi di Bairro Alto. E ancora, The Voodoo Rooms (19a W Register St) di Edinburgo,  Sidecar a Barcellona (Plaça Reial, 7) e per finire volerei a Budapest, per godermi una cena al A38.

La colonna sonora ideale per tuo viaggio?

Marvin Gaye, Sam Cooke and Lena Horne.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Gloria Annovi

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adora cucinare ascoltando John Coltrane, colleziona cappelli e ha un debole per la decade ’60-’70, a cui si ispira nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, si dedica alla musica e alla scrittura da diversi anni. La sua valigia? Grande e 'tappezzata' da adesivi rock

Share This Post On
468 ad

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Email
Print