Quadrophenia Brighton Tour, dentro la pellicola con gli Who

Pinterest

Brighton, splendida cittadina britannica affacciata sul mare, è una delle mete preferite dagli amanti della musica Soul e Beat. Noi l’abbiamo visitata a giugno, quando il clima era già mite e il vento una perenne costante nei nostri spostamenti. Siamo arrivati in città per fotografare i luoghi già immortalati nel film Quadrophenia (1979), famosa opera del regista Franc Roddam che omaggia l’omonimo album degli  Who, produttori esecutivi della pellicola.

Il film racconta la storia di Jimmy, un ragazzo appartenente alla banda giovanile dei mods, che nel pieno della sua adolescenza, nella Londra degli anni Sessanta, trova nella musica una valvola di sfogo con cui ribellarsi alla società e alle pressioni della sua famiglia. La sua rabbia, come quella di altri suoi coetanei, irrompe nelle ripetute risse con i rivali rockers, creando scompiglio nelle città inglesi, compresa Brighton.

Brighton

Gabbiani

Gabbiani e Brightopn, foto di Gloria

Il nostro tour, parte dalla centralissima East Street, storica via che nel film riconosciamo nelle scene di rissa tra Rockers e Mods :) le stesse in cui bar e negozi vengono distrutti a sprangate! All’angolo con il civico 11 trovate anche una via stretta rinominata The Alley Way, il rifugio in cui Jimmy e Steph si nascondono e si baciano mentre la città è messa a ferro e fuoco. Il muro è pieno zeppo di scritte e adesivi ed è veramente intoccabile per i fan degli Who.

La polizia rincorre i Mods

La polizia rincorre i Mods

East Street porta dritto al mare ed è piena di caratteristici pub inglesi, ristoranti, negozi e gallerie d’arte e antichità. Questa zona è chiamata The Lanes ed è vicinissima al quartiere che ospita il Royal Pavilion (4/5 Pavilion Buildings), un bellissimo palazzo reale fatto costruire dal Principe George nel 1983 per i suoi soggiorni al mare. Vi consiglio di visitarlo se siete in città.

Il centro di Brighton

Il centro di Brighton, foto di Gloria

In uno dei ristoranti del centro ho assaggiato anche il mio primo Fish and Chips con aggiunta di mashy peas, una salsa di piselli tipica di Brighton dal sapore dolciastro, ma comunque gradevole.

Fish and chips

Fish and chips, foto di Gloria

Quadrophenia è ambientato tra Londra e Brighton, due città in cui realmente mods e rockers diedero adito a risse violentissime. Nel caso di Brighton la più famosa è quella del 1964, rivolta che durò due giorni e due notti e che provocò diversi feriti. La scena di Quadrophenia in cui un gruppo di Mods grida ‘We are Mods’ sulla storica King’s Road, strada che costeggia la spiaggia (the Promenade= il lungomare) è un omaggio cinematografico a questo preciso episodio.

kings road

Kings Road, foto di Gloria

Una scena del film

Una scena del film

Una scena della rissa sul lungomare

Una scena della rissa sul lungomare

Qui in riva al mare il vento è fortissimo, i gabbiani si lasciano dondolare dalle sue correnti senza battere nemmeno le ali, mentre noi camminiamo sulla sabbia fatta di sassi e conchiglie. Ci lasciamo alle spalle pub e locali notturni mentre qualche temerario si tuffa nelle acque gelide del Canale della Manica.

tavoli dei pub sulla spiaggia

Tavoli dei pub sulla spiaggia, foto di Gloria

Da qui si vede il molo in tutta la sua bellezza. Venne fatto costruire nel lontano 1866 e da allora è ancora un luogo di ritrovo per grandi e piccini. Il “Brighton Pier” è inquadrato anche in numerose scene del film Quadrophenia, compresa quella in cui Jimmy, malinconico e seduto in uno di questi bar in riva al mare, guarda l’orizzonte mentre la pioggia incessante continua a cadere sotto le note di Love Reign O’er Me.

Mentre cammino verso il Pier mi sento parte di questa vecchia pellicola e una fotografia al molo è davvero imperdibile per chiunque. E’ proprio sul Pier, come vi dicevo, che si svolge parte della vita sociale della città. Qui gli schiamazzi dei giovani si mescolano alla musica che viene sparata a tutto volume dagli altoparlanti; ed è sempre sul molo che qualche signora ordina cibo take-away in uno dei ristoranti all’entrata. Io mi avvento sul chiosco di dolci che vende dunuts e torte inglesi: la mia passione :) Sotto alla ruota panoramica ci sono altre giostre e persino una sala giochi: è una continua tentazione questo angolo di Brighton, che solletica vista, udito e olfatto.

Il Pier

Il Pier, foto di Gloria

La mitica scritta

La mitica scritta, foto di Gloria

Il luna park di Brighton mi ricorda un pò quello di Santa Monica: ad ingresso gratuito, al tramonto offre il miglior skyline della città. Mentre camminiamo sulla banchina scorgiamo lo scheletro dell’Old Pier (o West Pier) all’orizzonte. Si tratta dei resti del vecchio molo andato bruciato nel 2003: nel film lo vedete ancora intatto, badateci!

Pier al tramonto

Pier al tramonto, foto di Gloria

Il vecchio Pier

Il vecchio Pier, foto di Gloria

E proprio vicino al più recente molo si trova anche l’acquario “Sea Life”, costruito nel 1872 e immortalato come la zona del porto nella pellicola di Franc Roddam. Considerato il più vecchio acquario operativo del mondo permette di osservare da vicino oltre 3500 creature marine, inclusi squali, piranha e rarissimi cavallucci marini

Usciti da qui imboccate come noi King’s Road: al civico 97-99 troverete il maestoso Grand Brighton Hotel, location chiave per il film Quadrophenia, che si chiude con la scena di Jimmy che ruba la vespa ad Ace (interpretato da Sting), parcheggiata proprio qui, davanti al lussuoso Hotel in cui il più ‘figo’ dei Mods lavorava come facchino.

L'hotel

L’hotel

Se desiderate dormire in questo hotel dall’architettura vittoriana, progettato da John Whichcord Jr. e costruito nel 1864, dovrete spendere una follia (almeno 200 sterline a notte). Certo la posizione è ottima (un minuto dalla spiaggia) e l’arredamento elegante, ma non è proprio alla portata di tutti. Io, ad esempio, ho desiderato tantissimo gustarmi un tradizionale tè alla panna del Sussex con pasticcini seduta sulla terrazza! Ma…. per ora resta solo un bel sogno.

————————————————————————

Brighton, contea dell’East Sussex

Vi ricordo che Brighton è anche la città natale del disc jockey Fatboy Slim e che i Queen l’hanno omaggiata con il singolo Brighton Rock. 

Brighton Pier, Madeira Drive

The Grand Hotel, 97-99 King’s Road

Lungomare, King’s Road

The Alley Way, 11 East Street

The Aquarium Ballroom

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Gloria Annovi

Author: Gloria Annovi

Giornalista pubblicista. Adora cucinare ascoltando John Coltrane, colleziona cappelli e ha un debole per la decade ’60-’70, a cui si ispira nell’abbigliamento. Già speaker radiofonica, si dedica alla musica e alla scrittura da diversi anni. Non vivrebbe senza il suono della pedal steel guitar e vorrebbe vivere a Nashville (USA), con il suo compagno. Seguimi in questa mia nuova avventura! ______________________________________________________________________ Hi, I'm Gloria and I'm a journalist. I love cooking with the sound of John Coltrane. I’m collect hats, I love the style of the 60s and 70s and I have a special passion for vintage clothing. I’ve been a DJ since 2003, working in different radio stations in my country and as a freelance. I could never live without the pedal steel sound and I dream of living in Nashville (TN) with my boyfriend Marco. My last web project is the site www.remark-re.it, a virtual guide of my city, Reggio Emilia (IT). Follow my new musical adventures on Musicpostcards.it

Share This Post On
468 ad

11 Comments

  1. Superb post but I was wondering if you could write a litte more on this topic?
    I’d be very thankful if you could elaborate a
    little bit further. Bless you!

    Post a Reply
  2. Wow, that’s what I was searching for, what a material!
    present here at this webpage, thanks admin of this web page.

    Post a Reply
  3. Hello my friend! I want to say that this post is amazing, great written and
    include approximately all vital infos. I’d like to peer extra
    posts like this .

    Post a Reply
  4. Great post. I was checking continuously this blog and I am impressed!
    Extremely helpful information particularly the
    last part :) I care for such information much.
    I was looking for this certain information for a very long time.

    Thank you and good luck.

    Post a Reply
  5. Thanks for finally writing about >Quadrophenia Brighton Tour,
    dentro la pellicola con gli Who – Music Postcards | Music Postcards <Liked it!

    Post a Reply

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Email
Print